Il presente sito utilizza solo cookie tecnici per i quali non è richiesto il preventivo consenso degli utenti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.

  • img5
  • img10
  • img3
  • img7
  • img1
  • img6
  • img2
  • img8
  • img4
  • img9

LA STORIA

Le prime attivita' espositive della nostra associazione risalgono ai lontani anni 1934-1935 quando, grazie all'interesse di un esiguo numero di appassionati catofili, si organizzarono le prime sei rassegne feline: il Dr. DE MADDALENA e il Dr. Ermando BRUNO ne furono i promotori e gli organizzatori. Le esposizioni ebbero luogo nelle citta' di Torino, Milano, Firenze con un grande interesse dovuto alla loro assoluta novita' in Italia. Queste iniziative continuarono dall'anno 1937 sino all'inizio della seconda guerra mondiale. Le attivita' ripresero nel 1946 con la fondazione della Societa' Felina Italiana il cui nome venne in seguito mutato in Federazione Felina Italiana e ultimamente in Associazione Nazionale Felina Italiana il 21 Giugno del 195O la costituzione dell'associazione venne ufficializzata. Tra i Soci costituenti assunse la carica di Presidente l'Avvocato Fiorenzo JAJA che fu sostituito qualche anno dopo dal Generale Arrigo PEDRAZZI, mentre il Dr. Ermando BRUNO assunse la carica di Segretario Generale. Nella tarda primavera dello stesso anno, ad una mostra felina tenutasi nei giardini del Castello Sforzesco di Milano, si svolse il Primo incontro felino post bellico; nell'inverno successivo venne allestita la prima Esposizione Internazionale felina di Torino, per la prima volta ufficialmente autorizzata a rilasciare i titoli per il Campionato Italiano e, che, negli anni successivi acquisi' la facolta' di rilasciare i titoli anche per il Campionato Internazionale.

Nel 1949 l'Associazione invio' a Parigi una delegazione che, congiuntamente ai delegati della Federazione Felina Francese ed a quelli della Federazione Felina Elvetica, costitui' ufficialmente il primo organismo internazionale per la promozione della diffusione e della conoscenza del gatto: la FEDERATION INTERNATIONALE FELINE - F.I.Fe.

La nostra associazione e' stata, quindi, una delle fondatrici dell'organismo internazionale che tuttora coordina le attuali Associazioni Feline Nazionali aderenti, in rappresentanza dei seguenti paesi: Argentina, Austria, Bielorussia, Brasile, Repubblica Ceca, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Gran Bretagna, Israele, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malesia, Malta, Messico, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ucraina, Ungheria.

Questa organizzazione internazionale e', tra tutte le associazioni feline del mondo, l'organismo piu' articolato che coordina il piu' esteso territorio catofilo

Tornando ora alla nostra Associazione che chiameremo per comodita', d'ora in avanti, A.N.F.I-F.F.I., essa continuo' la sua attivita' sotto la sapiente gestione del Dr. Ermando BRUNO, che ne divenne il Presidente e che resto' in carica sino al 1981, quando, nel corso della cena di gala di un'Esposizione Internazionale Felina a Milano, colto da malore si spense. Subentro' alla presidenza la moglie, Signora Maddalena BAROSI BRUNO, coadiuvata da collaboratori molto dinamici.

E' proprio a partire dal 1982-1983 che l'A.N.F.I- F.F.I. ha una vasta diffusione: nel giro di pochi anni quasi tutti i soci residenti nelle regioni Italiane ove non esisteva organizzazione del territorio in associazione, riuscirono a creare le loro Sezioni Regionali, con l'appoggio e la collaborazione del Consiglio Direttivo Nazionale che cerco' di incoraggiare al massimo le iniziative locali. (Alle sezioni regionali di antica costituzione - Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Lazio - si uniscono in un primo tempo Trentino - Alto Adige, Friuli - Venezia Giulia, Toscana, Umbria, Marche, Puglia - ed infine - Abruzzo, Campania, Sicilia e Sardegna).

In quegli anni ci fu un costante aumento di soci, come pure del numero dei pedigree rilasciati per le nascite sempre piu' copiose e qualificate dei soggetti felini. I Libri Origine che rilasciano i pedigree, nelle varie associazioni affiliate F.I.Fe., si riconoscono reciprocamente ed hanno un criterio di rilascio dei certificati uniformato, su base internazionale, da regolamenti genetici e di allevamento comuni. Le procedure di formazione dei Giudici sono uniformate su tutto il territorio della F.I.Fe. da un regolamento internazionale comune. I giudici sono poi ovviamente riconosciuti ed accettati da tutte le associazioni aderenti. E' anche in questo periodo che un buon numero di allevatori iscritti alla A.N.F.I-F.F.I. inizio' con grande impegno, studio ed applicazione, l'iter stabilito a livello internazionale per diventare Giudice Internazionale di razze feline; buona parte di essi riusci' a conseguire brillantemente questo importante risultato.

Sempre piu' numerosi furono in quel periodo i soci che richiesero l'AFFISSO (cioe' una denominazione esclusiva per il proprio allevamento che diventa una sorta di cognome per ogni gatto nato da fattrici di proprieta' del titolare dell'Affisso). I gatti di allevamento Italiano che vennero esposti dai nostri soci alle mostre internazionali di altre associazioni estere aderenti alla F.I.Fe. riuscirono a conseguire risultati di grande rilievo. Si puo' veramente asserire che il decennio 1982-1991 permise alla F.F.I. di raggiungere i massimi livelli internazionali per la cura nell'allevamento e nella selezione dei gatti.

A seguito di questo fervore associativo la A.N.F.I-F.F.I. divenne, per importanza e prestigio, una delle tre maggiori associazioni aderenti alla Federation Internazionale Feline - F.I.Fe. (Le altre due sono le associazioni Svedese e Norvegese). Questa posizione permise alla F.F.I. di acquisire un ruolo sempre piu' prestigioso a livello internazionale e di rivestire una posizione primaria nelle importanti decisioni prese a livello internazionale, nell'ambito delle riunioni annuali di tutte le organizzazioni nazionali aderenti alla F.I.Fe.

Nel 1988 la F.F.I. ebbe l'onore, il piacere e l'onere di organizzare l'annuale incontro di tutte le delegazioni dei paesi aderenti alla F.I.Fe. (il Meeting Internazionale della F.I.Fe.) presso la citta' di Como: si tratto' di una settimana di riunioni di tutte le Commissioni Internazionali della F.I.Fe.

Negli anni 1992-1996 subentrera' una fase di consolidamento delle posizioni raggiunte ed una cura particolare volta a mantenere il conquistato prestigio internazionale della nostra Associazione. In particolare nell'anno 1994 l'A.N.F.I-F.F.I. si diede una nuova meta: la ricerca di una fattiva collaborazione tra le maggiori associazioni feline di tutto il mondo.

Nel frattempo nel 1995 la Presidente, Signora Maddalena BAROSI BRUNO, si spense e alla presidenza venne eletto l'Ing. Filippo FARINELLI, gia' Vice Presidente da qualche anno che riusci' a organizzare nel giugno di quell'anno, nella citta' di Venezia, a cura dell'A.N.F.I - F.F.I., il Primo Congresso Mondiale delle Associazioni Feline (ovviamente con l'egida del nostro organismo internazionale: la F.I.Fe.). Infatti nei giorni 1O, 11 e 12 Giugno di quell'anno si riunirono, per la prima volta nello storia delle associazioni feline, i rappresentanti dei "colossi" dell'amatorialita' felina di tutto il mondo: la C.F.A. - Cat Fanciers Association (con sede negli Stati Uniti d'America); la T.I.C.A. - The International Cat Association (la seconda associazione con sede negli Stati Uniti d'America), il G.C.C.F. - Governing Council Cat Fanciers, (con sede in Gran Bretagna ed e' la piu' antica organizzazione del "mondo felino"); il W.C.F. - World Cat Federation (con sede in Germania) ed, infine, la F.I.Fe. - Federation Internationale Feline (Associazione territorialmente piu' estesa del mondo, e prima, con il C.F.A., per il numero annuo di pedigree rilasciati).

La necessita' di un congresso internazionale e' scaturita da alcune considerazioni pratiche. Si evidenzia chiaramente che le concezioni associative, gli statuti ed i regolamenti di questi organismi internazionali presentano, tra loro, delle barriere oggettive. Queste barriere producono grandi danni sia sul piano genetico, per le difficolta' di incroci (e quindi di miglioramento delle razze) che per la possibilita' di scambio di idee, impostazioni di criteri comuni, possibili esposizioni feline congiunte.

Se oggi nasce un "ambito comunitario felino" nell'Europa perche' non iniziare la difficile, ma allettante scalata di un "ambito comunitario felino mondiale"? Questi sono i fili conduttori di questo progetto: il cercare di far comprendere alle direzioni delle altre associazioni l'importanza del colloquio e del confronto. Il congresso sorti' effetti molto incoraggianti, tra i quali la decisione di ritrovarsi ogni anno per un nuovo incontro. Cosi' l'A.N.F.I - F.F.I. organizzo' in Sirmione nei giorni 3 e 4 Maggio anche il Congresso Mondiale delle Associazioni Feline del 1996.

Il colloquio sta ancora continuando, attraverso indubbie difficolta' oggettive: ma l'impatto tra associazioni diverse e' avvenuto e si e' trasformato in dialettica costruttiva. Solide basi sono state gettate ed ora si sta costruendo per il miglior scambio interassociativo che mai vi sia stato: l'impegno e' a 36O gradi, troppo allettante e' una concertazione mondiale per la conoscenza del gatto, per la sua tutela, per il mantenimento ed il miglioramento delle sue razze, per un incontro tra i suoi amatori al di la' delle barriere associative.

Il coronamento di tanto lavoro e impegno dell'Associazione Nazionale Felina Italiana e' stato conseguire il RICONOSCIMENTO da parte dello Stato Italiano con decreto ministeriale del 6 Agosto 1997 (registrato dalla Ragioneria centrale presso il Ministero delle politiche agricole, in data 8 Settembre 1997 al n. 2O7 - Visti semplici - Divisione II). Essa e' attualmente l'unica Associazione italiana ad aver conseguito tale obiettivo!

Nel marzo del 1999 a Milano si e' svolta l'Esposizione Mondiale che ci ha visti protagonisti non solo per l'alta professionalita' nell'allestimento dell'evento, ma anche come risultati conseguiti dai nostri colori che si sono distinti con ben 6 titoli mondiali.

Il lavoro continua e non stiamo riposando sugli allori, il nostro impegno e' quotidiano nel fornire sempre maggiori servizi ai Soci. Il futuro e' pieno di iniziative, esposizioni e rassegne in varie citta' italiane. I nostri attivissimi Club di Razza stanno progettando numerose "Speciali" e Convegni. Tutto cio' per diffondere sempre di piu' l'amore e la conoscenza del GATTO che, sia esso nobile o meno, resta pur sempre il nostro dolce e sornione amico a quattro zampe

L'ANFI E' UNO DEI 41 MEMBRI DELLA FIFe

fife

Legalmente riconosciuta con D.M. 6/8/1997
Autorizzata alla Gestione del Libro Genealogico del Gatto di Razza con DM 9.6.2005 prot. 22790 modificato con DM 13.10.2008 prot. 12953

IL LOI INFORMA

LA LETTERA INIZIALE PER I CUCCIOLI NATI NEL 2017 E' LA C

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account