Il presente sito utilizza solo cookie tecnici per i quali non è richiesto il preventivo consenso degli utenti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.

  • Img7
  • Img10
  • Img2
  • Img6
  • Img4
  • Img9
  • Img8
  • Img3
  • Img1
  • Img5

VERBALE ASSEMBLEA DEI DELEGATI 29 aprile 2017

Si riunisce in data 29.04.2017 alle ore 10.30 in seconda convocazione presso l’Hotel Bologna Fiere, piazza costituzione 1 a Bologna (BO), l’Assemblea ordinaria dei delegati regionali dell’Associazione Nazionale Felina Italiana, regolarmente convocata, con il seguente ordine del giorno:

1) Appello Delegati Regionali.
2) Nomina tre scrutatori.
3) Elezione Presidente e Segretario dell’Assemblea.
4) Relazione del Presidente Nazionale sull’andamento dell’Associazione: votazione.
5) Bilancio Consuntivo 2016: lettura della relazione dei revisori dei Conti, lettura della nota integrativa e del Bilancio Consuntivo 2016: discussione e votazione.
6) Approvazione remunerazione Collegio dei Revisori dei Conti Nazionali.
7) Bilancio Preventivo 2017: discussione e votazione.
8) Elezione Organi Sociali: Consiglio Direttivo Nazionale 9 membri, Collegio Nazionale dei Probiviri 3 membri effettivi e 2 membri supplenti, Collegio Nazionale dei Revisori dei Conti 3 membri.
9) Abrogazione o modifica delle delibere del Consiglio Direttivo Nazionale assunte dall’ultima assemblea ad oggi.
10) Esame richieste pareri Assemblea da parte del CDN: delibere.
11) Esame, discussione e votazione proposte regionali.

Il  Presidente Giuseppe Portigliotti  prima di procedere all’appello, informa che l’assemblea verrà registrata.
Alle 10.30 si constata la presenza di n°65 delegati presenti così individuati:
• ANCILLAI Teresa
• BANCOVICH Donatella
• BIZZARRI Maria Letizia – delega Domancich Dario
• BOCCHI Laura
• BREGANI Maria Grazia
• BUCCI Elisabetta
• BURANI Laura
• BUSETTO Tiziana
• CAMUFFO Elisabetta
• CAMUFFO Riccardo
• CARMINEO Gemma – delega Galeandro Margherita
• CASIRAGHI Roberto
• CHIETTINI Renato – delega Giordano Gretel
• CICCARELLI Cinzia
• CINQUE Francesco
• CORTELLA Angela – delega Klein Miriam
• DE SIMEONE Antonietta – delega De Simeone Paola
• DE SIMEONE Paola
• DELLE PIANE Claudio – delega Orlando Alfredo
• DOGLIOTTI Annamaria – delega Schinca Maria Grazia 
• DOMANICH Dario
• FANCOLI Elisa
• FERRARI Mauro
• FERRINI Sandra
• GALEANDRO Margherita
• GIORDANO Gretel
• GRAZZI Elisa
• GUERMANDI Daniela – delega Mercadante Rossella
• KLEIN Miriam
• LA BELLA Denise
• LAFRANCA Giuseppe
• LEMBO Katia
• LICHERI Francesca –delega Licheri Gianfranco
• LICHIERI Gianfranco
• LUCENTINI Serenella – delega Settimo Laura
• LUZI Carlo
• MACRI’ Vincenzo
• MAIONE Stefania
• MARANGONI Cristiana
• MARCHEI Paola – delega Bazzotti Barbara
• MELE Moira
• MULAS Bruna – delega Ferrari Mauro
• MERCADANTE Rossella
• MICCICHE’ Luca
• MORONI Sara
• NANNETTI Leonardo
• ORLANDO Alfredo
• OTTA Sergio
• PADOVANO Nico
• PANARONI Emanuele
• POCCI Katia
• POLIN Corinna
• PORTIGLIOTTI Pippo
• RIGAMONTI Emilio
• RIZZUTO Francesco
• SCHINCA Maria Grazia
• SERENA Francesca
• SETTIMO Laura
• SGAMBATI Rosario
• TAKANO Sayur
i• TIBERINI Valeria
• TURRIN Laura
• VIGONI Alessia
• ZANCONI Tiziana – delega Ciccarelli Cinzia.

2) Nomina tre scrutatori: si propongono i delegati Villa Belardinelli Lucilla, Galeandro Margherita e      Norbedo Diego. L’Assemblea approva all’unanimità.

3)  Elezione Presidente e Segretario dell’Assemblea. Vengono distribuite le schede per la votazione che danno  il seguente risultato:
PRESIDENTE : Portigliotti Pippo voti n° 60
SEGRETARIO: Bancovich Donatella voti n° 35
Per la votazione di Segretario hanno preso i seguenti voti:  FERRINI voti n°21 E VIGONI voti n°9.

Dopo le votazioni entra in aula IORI Edoardo con delega BRACCHINI Luca. I delegati presenti sono 67 tra presenti e deleghe

Vengono eletti come Presidente, Portigliotti Pippo e come Segretario, Bancovich Donatella.

4) Il Presidente Nazionale legge la relazione sull’andamento dell’Associazione che viene qui allegata 

Cari Delegati Oggi il discorso morale del Presidente non riguarda solo l’ultimo anno, ma abbraccia l’arco di un triennio.Per poterlo fare dobbiamo però partire dal Bilancio. Quello che andremo a discutere oggi riporta voci di spesa riguardano delibere assunte non solo nel 2016 ma anche negli anni precedenti. Cominciamo dalle spese legali. Questa voce per quanto possa sembrare alta in realtà non lo è in confronto ai risultati ottenuti. Bisogna fare un passo indietro nel tempo per capire da dove sono nate ovvero in conseguenza dell’autorizzazione del Libro genealogico ad altre realtà associative.Le istanze al TAR che ANFI ha avanzato sono state necessarie per sancire alcuni principi fondamentali. Innanzitutto si è voluto sancire il principio che l’ANFI doveva essere informata sull’autorizzazione di altri Libri. Eravamo stati estromessi dall’istanza che AFeF aveva istaurato contro il MIPAAF che aveva negato in prima battuta l’autorizzazione di un nuovo Libro. Eravamo terzi pretermessi in quella causa e il TAR lo ha riconosciuto annullando la successiva nota ministeriale di assegnazione del Libro. Per seconda cosa ciò ha creato i presupposti per l’altra vittoria relativa al LG ovvero delle istanze avanzate dall’ANFI tutte accolte dal Giudice Amministrativo. Lo stesso ha sancito un importante principio ovvero che le Norme Tecniche dovevano essere non solo uguali per tutti i Libri ma dovevano partire da quelle già esistenti ovvero le nostre. Certo ha anche sancito che vi possono coesistere più libri ma questo principio nulla toglie al risultato finale Cosa ha comportato questa vittoria importante? Essa ha comportato il fatto che il MIPAAF ha deciso di creare un coordinamento tra le Associazioni che prevedesse lo studio di NT condivise a partire da quelle dell’ANFI. Questo risultato ha reso ANFI l’Associazione trainante e ha permesso di non avere norme che creassero una concorrenza sleale nei nostri confronti e di questo devo ringraziare il MIPAAF che ha iniziato questo percorso “guidato”.Aver speso oltre 27.000 € ha di fatto aperto le porte all’ampliamento non tanto della base associativa, ma della base di utenti del LG poiché il MIPAAF ha accolto la nostra proposta di creare due Sezioni separate del Libro una che si rifà alle norme FIFe e l’altra che si rifarà, soprattutto, alle norme e standard del circuito WCF. Quindi queste spese devono essere considerate non costi puri, ma un investimento che darà frutti. Resta in piedi ancora l’istanza contro l’altra Associazione detentrice del Libro. Che andremo a discutere nella seconda parte del 2017.Devo però segnalare che una parte delle spese legali sono state necessarie per controbattere alle azioni messe in essere da non Soci che ci hanno costretto a rispondere in maniera tecnica al Ministero e che poi non hanno creato alcuna conseguenza all’ANFI. Altro argomento che devo evidenziarvi riguarda il sistema operativo. Oggi possiamo affermare che il nuovo sistema è totalmente operativo salvo alcune limature finali che dovranno essere seguite da chi siederà in CDN nel prossimo triennio. Esso è un sistema user frendly poiché il socio ha già oggi la possibilità di vedere la sua posizione associativa riguardante pratiche, ricevute, fatture e carriera espositiva dei suoi soggetti. L’iscrizione alle expo dovrà essere traslato sul sistema per impedire anche che vi siano errate iscrizioni di classe e il livello di campionato verrà immediatamente aggiornato senza che il Socio invii fotocopie dei risultati. Egli dovrà solo preoccuparsi di inviare i risultati esteri. Ad oggi sono partiti i betatest del nuovo sistema con la collaborazione di alcuni Soci che sono stati estratti per poter effettuare le prove.Arriviamo a questo risultato dopo aver cambiato due softerhouse, la prima ci ha permesso di riavviare il sistema dopo lo stop imposto unilateralmente dalla EVM Solution, che abbiamo chiamato in giudizio per danni. E’ subentrata infatti la Dromedian che ha ricreato il sistema ma poi ci ha sottoposto un preventivo di oltre 44.000 € per continuare i lavori. Ci siamo rivolti quindi ad altra Società di Torino che ci ha proposto un preventivo di 14.000€. Quindi la decisione era scontata. Oggi possiamo dire di aver fatto la scelta giusta visto il risultato raggiunto. Nel frattempo abbiamo anche in sicurezza il sistema traslando il server in webfarm a un costo risibile visti i preventivi visionati.E’ rimasto ancora inespresso l’acquisto dell’immobile di proprietà e mi auguro che chi siederà al mio posto nel prossimo triennio si faccia carico di questo acquisto che oggi come oggi non solo è necessario, ma è utile in quanto il costo di un mutuo a rata mensile è inferiore all’affitto pagato mensilmente. Questa scelta sarebbe di impatto nullo sui costi ma aumenterebbe il patrimonio dell’Associazione.Devo infine sottolineare cosa che nessun Presidente ha fatto in passato ovvero che nel triennio non vi sono stati casi di conflitto di interesse ai sensi del Codice Civile (art. 1387/1400) come forse qualcuno potrebbe ipotizzare in maniera erronea riguardo all’attività del Presidente o di altri Consiglieri. Infatti nessun Consigliere ha agito singolarmente, ma sempre dopo apposita delibera del CDN e sicuramente dopo aver valutato più preventivi di spesa.
Credo quindi di aver chiarito eventuali perplessità che i Delegati avrebbero potuto sollevare in questa sede. Ultima considerazione sul bilancio. Il patrimonio ha superato il milione di € il che fa dell’ANFI una Associazione paragonabile a un’azienda di medie dimensioni  e ciò toglie qualsiasi dubbio su come debba essere lo skill dei Consiglieri Nazionali. Essi dovranno avere conoscenze tecniche di tipo legale, contabile e fiscale il tutto coadiuvato dal lavoro delle varie commissioni e dei nostri Consulenti esterni che qui voglio ringraziare per il lavoro svolto. Oggi andrete ad eleggere un nuovo CDN e il passaggio ha carattere storico poiché in questo triennio si dovranno concludere progetti partiti da tempo a cominciare dallo Statuto di cui stiamo aspettando il parere preventivo del Ministero sui due articoli messi in discussione in modo che un’eventuale Assemblea non venga convocata senza che poi si arrivi a conclusione. 
È stato un triennio difficile e impegnativo, ma a mio avviso, produttivo e con risultati soddisfacenti. Non auguro a nessun Presidente un triennio come quello che oggi si conclude. Quindi colgo l’occasione per ringraziare i colleghi consiglieri, i membri delle Commissioni, il Libro Genealogico, il Presidente e Segretario dell’Assemblea dei delegati e tutti coloro che ci hanno dimostrato affetto e ci hanno sostenuto nei momenti difficili. 
Concludendo Vi invito ad approvare il Bilancio 2016 sottoposto alla Vostra attenzione e accantonare il residuo attivo a riserva.
Grazie ancora a tutti Voi.


La Relazione del Presidente viene approvata con voti:
Favorevoli 52 - Contrari  voti 0 -  Astenuti voti 15.

5) Bilancio Consuntivo anno 2016: viene letta la relazione dei revisori dei conti e la nota integrativa. Viene dato per letto il bilancio consuntivo del 2016, allegato alla convocazione, che dopo breve discussione viene messo in votazione con il seguente risultato:
Favorevoli voti n° 50 Contrari voti n° 0 Astenuti voti n°10
Alla votazione non hanno partecipato i Consiglieri Nazionali (7)

6) Viene approvata, nella misura di euro 700 annuali, la remunerazione per i membri del Collegio dei Revisori dei Conti Nazionale con il seguente punteggio: Favorevoli voti n° 63 Contrari voti n° 0 Astenuti voti n° 4

7) Bilancio Preventivo anno 2017: viene esposto il bilancio, dato per letto, allegato alla convocazione, che dopo opportuna discussione viene messo in votazione  e votato all’unanimità (60 voti)
Alla votazione i Consiglieri Nazionali non hanno partecipato (7)

La seduta viene sospesa per paura pranzo alle ore 13.30.Si  riprende alle ore 15.00.

8) Elezione Organi Sociali, alle ore 15.00, vengono distribuite le schede per le votazioni che hanno dato il seguente risultato:
CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE
- Domancich Dario voti n° 47
- Luzi Carlo voti n° 49
- Ferrari Mauro voti n° 45
- Padovano Nico voti n° 37
- Klein Miriam voti n° 40
- Settimo Laura voti n° 42
- Rigamonti Emilio voti n° 53
- Iori Edoardo voti n°45
- Moroni Sara voti n° 39
- Sgambati Rosario voti n° 16
- Polin Corinna voti n° 16
- Bocchi Laura voti n° 24
- Mazzeo Marianna voti n° 23
- Molare Alberta voti n° 04


Vengono eletti Consiglieri Nazionali i delegati :
Domancich, Luzi, Ferrari, Padovano, Klein, Settimo, Rigamonti, Iori e Moroni.

CONSIGLIO NAZIONALE DEI REVISORI
- Ressani voti n° 56
- Ravo voti n° 57
- Baroni voti n° 57.
- Marconi voti n°01.
- Schede bianche n. 09
Vengono eletti:  Ressani, Ravo e Baroni.


COLLEGIO NAZIONALE DEI PROBIVIRI (membri effettivi)
- Scaffidi Argentina voti n° 49
- Marchesi Laura voti n° 49-
Nappi Luigi voti n° 53
- Schede bianche o nulle n. 14
Vengono eletti:  Scaffidi, Marchesi e Nappi.

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PROBIVIRI (membri supplenti)
- Chiossi voti n° 55
- Esposito voti n° 58
- Schede Bianche o nulle n. 9
Vengono eletti: Chiossi ed Esposito.

9) Viene abrogata la delibera dd.23/12/2016 (coupon) con la seguente votazione: Favorevoli voti n°32 Contrari voti n° 25 Astenuti voti n°06.

Esce dall’aula De Simeone Paola con delega De Simeone Antonietta. I votanti sono 65.

10) Esame, discussione e votazione proposte regionali.

PROPOSTE SEZIONE SARDEGNA.
1. Obbligo microchip tutti soggetti nati in allevamento. Spesso capita che un gatto venga ceduto senza chip e muoia dopo pochi giorni dalla cessione e l’acquirente si sente dire che visto che il gatto non ha il chip non può essere identificato e non si risarcisce.
FAVOREVOLI 34 CONTRARI 21 ASTENUTI 09: APPROVATA
2. Obbligo test genetico di razza (PKD per persiani) effettuato del nuovo acquirente. Spesso chi acquista il gatto si fida del test dell’allevatore o del vecchio proprietario. Il risultato è che spesso risultano falsi negativi.
Proposta RITIRATA.

PROPOSTE SEZIONE PUGLIA.
1. Creare un’apposita sezione del sito istituzionale ANFI che rappresenti un vero e proprio vademecum per chi intende adottare un gatto di razza (documenti, vaccinazioni, test obbligatori). Informando adeguatamente i nuovi proprietari, si offriranno gli strumenti per effettuare un scelta ben ponderata e consapevole e si potranno limitare eventuali frodi.
Questa proposta viene ritirata e proposta come RACCOMANDAZIONE per il CDN.

PROPOSTE SEZIONE PIEMONTE.
1. Proposta di modifica al nuovo regolamento generale regolamento generale articolo 3.5:testo attuale: il richiedente potrà esercitare i diritti sociali solo dopo aver ricevuto da parte dell’associazione formale comunicazione scritta di ammissione con allegata tessera di socio.Testo proposto: il richiedente potrà esercitare i diritti sociali dal giorno successivo a quello di ratifica finale da parte del CDN.
FAVOREVOLI 58 CONTRRI 0 ASTENUTI 07: APPROVATA
.
PROPOSTA SEZIONE FRIULI VENEZIA GIULIA
1. Si propone, al fine di sollecitare i soci a fare nuovi soci di riconoscere al socio che presenterà almeno altri 5 nuovi soci, un bonus sulle pratiche al LG di 20 euro. Fermo restando che l’iscrizione come Socio del primo gatto con LOI ANFI è gratuito per il nuovo socio.Si dà mandato al CDN di determinare tempi e modalità di applicazione.
La proposta è una RACCOMANDAZIONE per il CDN.
2. Premesso che attualmente l’ANFI prevede l’assegnazione dei NW in numero massimo di 12 (adulti/neutri/4-10) di ognuna delle 4 categorie per i soli gatti italiani, ossia con primo pedigree ANFI utilizzando così solamente 12 titoli sui 15 possibili si propone di prevedere l’assegnazione di ulteriori 3 titoli (adulti/cuccioli/neutri all breed) allo scopo di rendere attrattiva l’iscrizione di gatti di proprietà di soci ANFI ma di nascita estera o in altra associazione agli Show ANFI.
FAVOREVOLI 13 – CONTRARI 30- ASTENUTI 15: RESPINTA.

PROPOSTA SEZIONE TRENTINO ALTO ADIGE
1. Rendere il libro origini italiano (LOI) digitale e accessibile agli associati, con chiavi di ricerca sia per numero di LOI, che per allevamento, proprietario o nome del gatto (come avviene con “pawpeds”). Questo faciliterebbe anche qualsiasi iscrizione alle Expo, dove basterebbe inserire il numero LOI per riportare nel format di iscrizione tutti gli altri dati normalmente richiesti.
Proposta RITIRATA.
2. Creazione di un format di iscrizione che sia uguale per tutte le esposizioni, utilizzabile da tutti i comitati organizzatori e collegato al LOI digitale;quindi inserendo il numero LOI del gatto da iscrivere verrebbero automaticamente richiamati tutti gli altri dati ad esso collegati
.Proposta RITIRATA.
3. Si chiede l’abolizione della Classe di Conformità allo Standard (CCS) per i soggetti provenienti da Associazioni non FIFE, sia nati in Italia che all’estero. ANFI è l’unica Associazione FIFE a livello europeo che ha introdotto tale prassi.
Proposta RITIRATA.

PROPOSTE SEZIONE EMILIA ROMAGNA
1. Si propone che l’ANFI istituisca un riconoscimento, anche eventualmente sotto forma di voucher da poter utilizzare per tutte le pratiche delle Origini, alle spese sostenute dai soci che abbiano frequentato con profitto corsi in materia di salute, igiene, gestione di allevamento, alimentazione e quant’altro inerente alla buona pratica allevatoriale (come può essere ad esempio il Master per Allevatore Felino) il tutto dimostrato tramite il superamento dei test/verifiche/esami finali.A questo proposito, si raccomanda di chiedere all’organizzatore del Master per Allevatore Felino di provvedere un esame finale, necessario per accedere al suddetto riconoscimento.
La proposta è una RACCOMANDAZIONE per il CDN.
2. RACCOMANDAZIONE: Considerando che, in base alle norme statutarie ANFI, si impegna a promuovere la diffusione della cultura del gatto di razza e del suo benessere e che il veicolo primario della missione associativa stessa è costituito dalle esposizioni feline sul territorio nazionale, la cui frequenza negli ultimi anni ha subito una innegabile quanto preoccupante flessione, l’Assemblea dei Soci della Sezione Emilia Romagna raccomanda all’ANFI di intervenire ponendo un impegno tangibile e concreto, a diretto sostegno di tutte le attività di promozione, con particolare attenzione a comitati organizzativi virtuosi che: A)  dimostrino evidente impegno nelle attività di pubblicità/promozione; B) accettino più di un allievo giudice, possibilmente italiano; C) allestiscano convegni divulgativi o promuovano attività volte ad accrescere la cultura e la conoscenza del gatto di razza durante le esposizioni da loro organizzate.
3. RACCOMANDAZIONE: si raccomanda che l’ANFI intensifichi l’attività di pubblicità e propaganda, soprattutto online, per la promozione del gatto di razza, con particolare riferimento all’importanza del Certificato Genealogico.

PROPOSTE SEZIONE TOSCANA
1) TUTTI i Winner Show devono essere trascritti nel calendario ufficiale delle esposizione ANFI.
La proposta è una RACCOMANDAZIONE per il CDN.
2) Si propone di chiedere all’Assemblea dei delegati di inserire tra le proposte per la G.A. una modifica dell’art.2.7 delle Show Rules riguardante l’obbligo di un giudice di partecipare al BIS per la categoria giudicata. Tale obbligo dovrebbe essere esteso a tutte le esposizioni.
FAVOREVOLI 58 CONTRARI 0 ASTENUTI 07: APPROVATA.
3) Istituzione di un organo competente da convocare in tempo utile per presentare le proposte alla G.A. successiva.
La proposta viene RITIRATA.

PROPOSTE SEZIONE VENETO
1. Per i comitati organizzatori: gli stessi devono garantire la presenza di tutti i giudici fino al termine del Best in Show di entrambe le giornate espositive, questo per garantire equità durante le fasi finali dello show.La proposta è già stata votata due anni fa, ma effettivamente qualche volta non viene applicata
.RIFIUTATA
.2. Sarebbe opportuno che il capo steward verifichi prima delle assegnazioni stewards/giudici che i primi non abbiano i propri gatti in giudizio presso quel determinato giudice. Qualora questo non fosse possibile, lo steward non potrà portare personalmente il proprio gatto in giudizio e comunque non dovrà farlo indossando il camice.
FAVOREVOLI 07- CONTRARI 29 – ASTENUTI 27. RESPINTA.
3. Per i comitati organizzatori: il comitato organizzatore, rispetto alle assegnazioni delle date del calendario espositivo, qualora decida di non effettuare l’esposizione assegnatagli, dovrà comunicarlo con congruo preavviso (minimo 5/6 mesi), pena il pagamento di una multa (euro 500,00) che sarà devoluta per il 50% in un fondo pro convegni veterinari a favore delle sezioni.
Proposta RITIRATA.
4. E’ richiesta una distribuzione geografica delle date espositive più omogenea, esempio: Milano, Firenze, Napoli, Bologna piuttosto che Milano, Torino, Trieste, Roma, questo per garantire a tutti i soci la possibilità di partecipare alle mostre.
La proposta è una RACCOMANDAZIONE per il CDN.
5. Si richiede il ripristino della pagina dei risultati espositivi sul sito istituzionale ANFI.
Proposta RITIRATA.

PROPOSTE SEZIONE LAZIO 
1. Proposta per anticipare Riunioni Ordinarie di Sezione e Assemblea dei Delegati.La Sezione Lazio, una volta approvato il nuovo Statuto, propone di anticipare la Riunioni Ordinarie di Sezione per approvazione bilancio e per discutere le proposte per l’Assemblea  dei Delegati, entro e non oltre il 31 gennaio. In questo modo l’Assemblea dei delegati potrà essere anticipata in data anteriore al 20 marzo e così si potranno presentare per l’anno in corso le eventuali proposte votate per la FIFE General Assembly e non in quello successivo come avviene tutt’oggi.
FAVOREVOLI 25 – CONTRARI 17 – ASTENUTI 19: RESPINTA.

PROPOSTE SEZIONE UMBRIA
1. I soci chiedono che vengano istituiti dei voucher per coloro che partecipano ad aggiornamenti e master per allevatori a cui seguirà un esame che attesti la frequenza.
Proposta RITIRATA.
2. Si chiede ad ANFI Nazionale investimenti nella pubblicità per far conoscere l’associazione si riviste specializzate e siti.
Proposta RITIRATA.
3. Si chiede nuovamente che vengano, come in passato, pubblicizzati i risultati delle esposizione feline.
Proposta RITITATA.

Avendo esaurito gli argomenti dell’ordine del giorno, alle 18.20 viene chiusa l’Assemblea.
IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO

  • lucilla
  • Lunedì, 21 Agosto 2017

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

L'ANFI E' UNO DEI 41 MEMBRI DELLA FIFe

fife

Legalmente riconosciuta con D.M. 6/8/1997
Autorizzata alla Gestione del Libro Genealogico del Gatto di Razza con DM 9.6.2005 prot. 22790 modificato con DM 13.10.2008 prot. 12953

IL LOI INFORMA

LA LETTERA INIZIALE PER I CUCCIOLI NATI NEL 2019 E' LA E

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account