Il presente sito utilizza solo cookie tecnici per i quali non è richiesto il preventivo consenso degli utenti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.

  • Img10
  • Img7
  • Img4
  • Img6
  • Img9
  • Img2
  • Img1
  • Img8
  • Img5
  • Img3

VERBALE CONSIGLIO DIRETTIVO 12 LUGLIO 2009

Si riunisce il Consiglio Direttivo Nazionale, domenica 12 luglio 2009 presso la residenza del sig. Roberto Ferri Via Pagazzano 41, Treviglio (BG), in prima convocazione alle ore 10,00 e in seconda convocazione alle ore 10.30 con il seguente Ordine del Giorno:
1)    Relazione sulla GA Malmo con presentazione della relazione da pubblicare  
2)    Segreteria LOI:
a.    Ratifica nuovi Affissi
b.    Pratiche da valutare
c.    Relazione primo semestre 2009
3)    Segreteria:
a.    Nomina ANFI nuovi rappresentanti CTC
b.    Lettera alle Associazioni – contatti con il Ministero da parte della Segreteria
c.    Posta in arrivo e in partenza  e relative delibere
d.    Provvedimenti disciplinari
e.    Ratifica CDN telefonici
f.    Risultati riunione InterClub di Cambiago e relative delibere
4)    Tesoreria:
a.    Situazione di cassa ed eventuali spese da proporre
b.    Reinvestimento liquidità del Fondo Indisponibile
5)    Commissione Expo
a.    Definizione richieste
b.    Relazione su Expo del primo semestre
6)    Commissione Giudici, Allievi Giudici e Stewards: approvazione domande di Allievo Giudice
7)    Commissione Stampa

Alle ore 10.30 sono presenti: Mantovani, Domancich, Sicco, Bongi, Ferrini, Kowalczuk, Portigliotti, Quaglia.  Assente Ottino. Sono presenti Figini e Sorropago come rappresentanti Interclub e Bregani, Camuffo e Bombardi come rappresentanti Sezione Lombardia per il progetto Mentoring
1.a Si inizia con la discussione relativa alla GA di Malmo. Il Vicepresidente relaziona sull’evento e comunica che le modifiche ai regolamenti sono state abbastanza marginali. Ci si sofferma, in particolare, sullo proposta approvata in sede assembleare FIFe di studiare la fattibilità di Libro Origini unico per tutti i Paesi Membri. Tale progetto e relativa approvazione della mozione ad avviso del CDN contrasta con la Direttiva CEE che affida ad ogni Stato membro la tenuta di un Libro Genealogico nazionale. In considerazione del fatto che l’ANFI ha già avuto tale incarico dal Ministero delle Politiche Agricole, sarà fatta una proposta in sede FIFe atta a veder assegnata all’ANFI tale possibilità per tutti quei membri FIFe che non hanno, al momento, un Libro Genealogico già riconosciuto dallo Stato di appartenenza. Si dà mandato al Segretario di verificare con il Ministero delle Politiche Agricole se tale attività possa essere svolta come Libro Genealogico o al di fuori dello stesso con database separato. Il Segretario comunica inoltre che su un sito di un Club di Stato membro sono già stati pubblicati i risultati della GA. Si delibera di chiedere alla FIFe se gli stessi possono essere pubblicati sugli Organi ufficiali dell’ANFI (sito internet e notiziario) ancorché in forma sintetica stante la presenza di tale comunicazione su altro sito.  In caso di risposta negativa la pubblicazione sarà fatta nel numero di ANFI Magazine che uscirà a gennaio/febbraio
2.a Vengono ratificati i seguenti Affissi: Spedicato Ilaria/Pagano Maria Rosaria (Campania); Barcella Sabrina, Carpani Giorgia (Emilia Romagna); Farro Debora (Liguria); Cognato Barbara, Constantinescu Eugenia, Olzojeva Bela (Lombardia); Cirrincione Rosalia, Lauricella Guido, Tosto Patrizia (Sicilia); Finco Chiara/Rossato Manuel (Veneto).


2.b La Segretaria del LG segnala che vi è stata la richiesta del Socio (Privacy) di estendere l’affisso ad altro nominativo. Gli si chiederà innanzitutto il censimento dell’Allevamento con registrazione al LG dei soggetti iscritti ad altra Associazione, ma poi gli si dovrà negare la possibilità di estendere l’affisso non essendo prevista dalle norme tecniche a meno che non vi sia uguale residenza
2.c Per quanto riguarda la Socia (Privacy) si applicheranno le tariffe sulla denuncia di nascita a partire dalla segnalazione di cambio membership alla quale poi ha rinunciato visto la normativa Nazionale sui certificati ufficiali  
2.d L’ex Socio (Privacy) ha venduto un cucciolo sotto gli 84 giorni e avvalendosi di un negozio di animali. La Segreteria scriverà comunque una lettera di reprimenda.
2.e Per quanto concerne la situazione della Socia (Privacy) i test genetici di paternità verranno pagati dalla stessa e poi rimborsati nel caso in cui avrà avuto ragione circa la paternità dei cuccioli.
2.f Si delibera di comunicare alla Socia (Privacy) l’indicazione di attenersi alle normative nazionali di registrazione stante la presentazione di un pedigree CFA emesso a Suo nome.
2.g Si comunicherà alla Socia (Privacy) l’obbligatorietà della registrazione della fattrice (Privacy) ricordandole che tale atto è necessario viste le norme di registrazione
2.h Si segnala la stessa situazione per il Socio (Privacy) di cui, tra l’altro, è tornata al mittente la missiva inviata e di cui è stata già decisa l’azione di deferimento al collegio dei probiviri della Lombardia
2.i Privacy
2.l  La Tesoreria di concerto con la Segreteria del LG, nei rispettivi ambiti, esplicitano le statistiche ANFI alla data del 30 giugno confrontandole con quelle degli anni 2007/2008.

DENUNCE DI NASCITA
Conteggio secondo DATA DI REGISTRAZIONE
- num. 757 dal  01/01/07 al 30/06/07
- num. 736 dal  01/01/08 al 30/06/08
- num. 756 dal  01/01/09 al 30/06/09

PASSAGGI DI PROPRIETA'
Conteggio secondo DATA PASSAGGIO
- num.  556  dal  01/01/07 al 30/06/07
- num.  995  dal  01/01/08 al 30/06/08
- num. 1196  dal  01/01/09 al 30/06/09

Certificati Genealogici (LOI-LIR-CARTA DI REGISTRAZIONE compresi PEDIGREE STRANIERI)
Conteggio secondo DATA REGISTRAZIONE
- num. 1498 dal 01/01/07 al 30/06/07 -> con affisso/suffisso 832, senza 666
- num. 1717 dal 01/01/08 al 30/06/08 -> con affisso/suffisso 987, senza 730
- num. 2078 dal 01/01/09 al 30/06/09 -> con affisso/suffisso 1488, senza 590

Tale situazione conferma che vi è in atto un trend ancora in crescita e si assiste con particolare soddisfazione all’aumento dei passaggi di proprietà in considerazione del fatto che una volta effettuato il censimento un soggetto possa essere scaricato solo con la dichiarazione di passaggio di proprietà. Al numero di Certificati prodotti vanno, tra l’altro, aggiunti un altro centinaio circa, ancora non registrati alla data del 30/6, riguardanti pedigree stranieri che hanno un iter di registrazione più complicato con la nuova procedura

2.m La Segretaria del LG evidenzia come la nuova piattaforma informatica, se da un lato ha ampliato alcune funzionalità, dall’altro ha creato degli step che ritardano i lavori e alcune funzionalità che potevano tornare utili sono andate perse. Il CDN dà mandato alle Consigliere Sicco e Kowalczuk di scrivere all’Ing. Strazzulla al fine di velocizzare questa fase di messa a punto del nuovo programma.
3.a Il Segretario Nazionale informa il CDN che a settembre 2009 scade il primo triennio di attività della Commissione Tecnica Centrale e vi è la necessità di comunicare al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali quali saranno i nominativi del triennio 2009/2012. La CTC nel triennio passato ha compiuto un lavoro di notevole importanza portando a termine, nonostante alcuni rallentamenti, un lavoro di non poca rilevanza con la predisposizione delle Norme tecniche. Per tale motivo vengono confermati i seguenti nominativi:
a)    Coordinatore del Corpo degli Esperti: Gianfranco Mantovani
b)    Esperto in Zootecnia felina: Dott. Stefano Bo
c)    Ricercatrice universitaria: Dott.ssa Patrizia Ponzio
d)    Rappresentanti degli Allevatori:
a.    1a Categoria: Sandra Ferrini
b.    2a Categoria: Florence Lombardi
c.    3a Categoria: Riccardo Camuffo
d.    4a Categoria: Pina Elisa Sicco
Il Segretario comunica che la prossima riunione della CTC si svolgerà, probabilmente, nel mese di settembre. In preparazione di detta riunione si dà incarico ai seguenti Consiglieri di apportare le modifiche intervenute agli allegati alle Norme Tecniche: Domancich (Expo Rules), Kowalczuk (Judges and Pupil Judges Rules) Ferrini (Breeding and Registration Rules). Si dà mandato, inoltre, al Segretario di trasmettere alla CTC le proposte approvate in Assemblea dei Delegati.
3.b Privacy. L’idea sarebbe quella di organizzare un workshop di un giorno in una zona centrale invitando sia i Soci ANFI anche attraverso le Sezioni Regionali e i Club di Razza oltre naturalmente estendendo l’invito ai Soci WCF e alle Dirigenze delle rispettive Associazioni. Tale giornata di lavoro completerebbe ed amplierebbe il lavoro di informazione già iniziato con la pubblicazione su due testate giornalistiche Nazionali della notizia della nascita del Disciplinare con le Norme Tecniche e con la pubblicazione sul nostro sito. Tale giornata di lavoro potrebbe trovare il patrocinio del Ministero oltre all’aiuto di altre realtà che possano aumentare la possibilità di riscontrare la più ampia partecipazione all’evento soprattutto da parte di Soci WCF. A tal fine e stante la presenza del sig. Riccardo Camuffo il CDN lo invita sin da ora a farsi carico della parte espositiva delle norme riguardanti il Disciplinare stesso in quanto essendo membro della CTC e avendo predisposto apposito lavoro in merito è ben competente in materia.
3.c In linea con quanto sopra esposto e al fine di aumentare la possibilità di aumentare la base associativa al solo fine di incrementare gli utenti al Libro Genealogico il Segretario Nazionale propone di studiare la possibilità di attuare un’iniziativa che prenderà il nome di “porta un amico in ANFI”. Tale iniziativa sarebbe così strutturata: se un Socio ANFI, una Sezione regionale o un Club di razza presenteranno, con le modalità da determinare, una persona che iscrive un certo numero di soggetti con Certificati di altra Associazione essi ne abbiano un beneficio monetario in termini di credito su pratiche al LG oppure quote parte alle Sezioni oppure sponsorizzazioni ai Club di razza (solo per fare alcuni esempi). Il CDN si esprime sostanzialmente con parere favorevole ma rimanda al prossimo incontro l’eventuale determinazione delle modalità operative sentite preventivamente le consulenti amministrative.
3.d Si passa al punto 3 f) all’ODG e si dà la parola ai rappresentanti dell’Interclub nominati durante la riunione di Cambiago: Signori Sorropago e Figini. In base a quanto deliberato in quella sede, verbale trasmesso alla Segreteria Nazionale, i Club di razza con ampia maggioranza hanno chiesto la sospensione dell’efficacia della delibera del 26 aprile punto 3.f). Prende la parola il consigliere Portigliotti che pur ribadendo la Sua posizione in merito propone di accogliere tale proposta in attesa che i club adeguino i loro Statuti e codici etici in base a quanto stabilito dal Disciplinare del Gatto di razza. Il CDN delibera all’unanimità di sospendere l’efficacia di tale delibera sino alla data del 31.12.2009 al fine di permettere ai Club di Razza di adeguarsi alle normative vigenti.
3.e Il Segretario Nazionale comunica di aver visionato gli Statuti dei Club: DRIC, BirmanClub, A.I.Bir, BOSS e PEI. In particolare i primi tre, molto simili tra loro, contengono dei punti che non sono in linea con le normative ANFI e i principi generali della Legge come ad esempio: parità di diritti attivi e passivi tra Soci, esistenza dei Collegi disciplinari e di controllo, commistione di attività tra organi amministrativi e disciplinari ecc.. Quello del BOSS e quello del PEI invece hanno solo alcuni punti marginali di cui sarà segnalata la necessità di variazione. Comunica infine di aver scritto una missiva al CIS per avere una copia dello Statuto in quanto non presente on line non esistendo un sito del Club.
3.f Il sig. Figini  presenta il protocollo di ricerca, la costituzione, la struttura e le finalità del gruppo di studio denominato "Osservatorio Italiano HCM Felina". Vengono presentati inoltre gli ultimi risultati dello studio, illustrati in occasione del convegno internazionale di medicina veterinaria a Montreal (Canada) il 3 - 6 giugno scorso dove tale progetto è stato presentato con il logo dell’ANFI. Nel regolamento attuativo dell'Osservatorio, è previsto un organismo denominato "CCTS" Comitato Coordinatore Tecnico Scientifico, all' interno del quale si richiede anche la presenza di un rappresentante dell'Associazione Nazionale Felina Italiana autorizzata alla gestione del Libro Genealogico. Sarebbe opportuno un riconoscimento ufficiale verso il MIPAAF (attraverso la CTC) dell'"Osservatorio Italiano HCM Felina" come protocollo e strumento di riferimento sull' HCM felina.
Il CDN, restando in attesa di una richiesta ufficiale del Maine Coon Club in merito al rappresentante ANFI e della richiesta di patrocinio da parte della CTC, prende atto della presentazione complimentandosi con il Maine Coon Club per l’iniziativa che sarà veicolata sul sito ANFI nel più breve tempo possibile. Il CDN tramite il Segretario si farà parte attiva al fine di trasmettere alla CTC tale richiesta e nel prossimo CDN si individuerà una persona che possa far parte di tale Organismo
3.g Si dà la parola alla Sig.ra Maria Grazia Bregani che in qualità di referente regionale lombardo del Progetto “Mentoring” assieme ai Sig.ri Riccardo Camuffo e Silvia Bombardi presentano detto progetto al CDN. Esso è stato approvato dalla Sezione Lombardia in data 1 luglio 2009, dopo che era stato presentato alla Assemblea dei Delegati come proposta della stessa Sezione, ivi ritirato, e dopo che comunque l’Assemblea aveva sollecitato che la Regione Lombardia procedesse con un “progetto pilota”. Tale progetto prevede, in definitiva, il supporto ai neofiti da parte di allevatori esperti circa le problematiche collegate all’allevamento in linea con quanto previsto dal Disciplinare del Gatto di Razza. Il progetto prevede quindi sia delle schede informative sulle singole razze predisposte ove esistenti dai relativi Club di Razza e l’adesione volontaria da parte di singoli allevatori all’attività di mentoring. Verrà pure predisposta un’area  sul sito della Sezione Lombardia sui FAQ inviati dai neofiti. Il CDN prende atto della presentazione e del materiale pubblicitario già predisposto e resta in attesa di conoscere i risultati di questa iniziativa.
3.h Il Segretario Nazionale espone la posta in partenza dal prot. 81 al prot. 132. Relativamente al carteggio intercorso con la FIFe il CDN approva la risposta inviata dalla Segreteria in merito alla richiesta di trasferimento del (Privacy) peraltro non Socio ANFI. Il Segretario torna sul problema delle richieste di trasferimento ad altro membro FIFe di alcuni Soci e non soci ANFI. Innanzitutto si sottolinea il fatto che la norma di fatto pur dando la possibilità di iscriversi ad altro Club non richiede il trasferimento fisico presso il paese dove il richiedente si vuole iscrivere. Se tale possibilità è in linea con la norma generale della libera circolazione all’interno dei Paesi dell’Unione Europea certamente non tiene in considerazione che l’allevamento rimane di fatto nel paese di origine e quindi soggiace alle normative fiscali e amministrative di detto paese. In conseguenza di ciò vi è anche il problema che un soggetto che risiede in Italia ha l’obbligo di registrare i propri soggetti presso il Libro Genealogico riconosciuto trattandosi di produzione zootecnica Nazionale. Un tanto premesso dare alla Fife un parere positivo in merito mette l’ANFI nella condizione di essere essa stessa la prima a non rispettare le normative vigenti con ampia possibilità di veder comminare delle ammende amministrative visto che tale attività deve essere monitorata dall’Associazione a cui è stato affidato il Libro Genealogico. Per tale motivo prima che vi siano altri casi analoghi il CDN dà mandato alla Segreteria di scrivere al Ministero un’interrogazione su tale problematica chiedendo un parere legale in merito e di scrivere alla FIFe, successivamente, in base a quanto comunicato dal Ministero.   
3.i Si passa alla determinazione di alcuni casi che riguardano l’ambito disciplinare: a) Privacy; b) Privacy.
In merito a segnalazioni, del medesimo tenore (ambito disciplinare), che sono pervenute in passato e che potrebbero pervenire in futuro al CDN, il Segretario sottolinea che eventuali atteggiamenti non conformi ai regolamenti evidenziati dai Soci non debbano essere segnalati al CDN, organo amministrativo e non Organo disciplinare, ma ai Collegi di competenza seguendo l’iter previsto dal Regolamento Attuativo. In passato vi sono stati alcuni casi fatti propri dal CDN che in quelle occasioni avrebbe dovuto più correttamente respingere tale richiesta e invitare il Socio a rivolgersi al Collegio competente. Tali situazioni non dovranno più ripetersi a meno che non sia il CDN stesso o una sua Commissione o il LG a segnalare attività dei Soci passibili di provvedimento disciplinare. Un tanto dovrà essere comunicato ai Soci su ANFI Magazine
3.l Il Segretario legge richiesta di chiarimenti avanzata da un Socio sui risultati del campionato Allevamenti a cui ha risposto autonomamente. Il CDN prende atto e approva. Tale missiva, però, spinge a pensare che alcune modifiche al Regolamento del Campionato Nazionale, soprattutto quello di Allevamento, vadano inserite per il futuro (campionato 2010). Tali modifiche dovrebbero prevedere che un Campionato di allevamento debba premiare la qualità e non la quantità. I punteggi dovrebbero, quindi, rispettare un principio di qualità raggiunta dall’Allevamento sia con un numero definito di soggetti che con i soli soggetti integri in quanto quelli sterilizzati non sono più in linea di selezione quindi andrebbero tolti. Il CDN rimanda alla prossima riunione la valutazione di proposte di modifica.
3.m La segnalazione del signor (privacy) inerente eventuali cucciolate oltre alle tre in due anni previste dalle normative da parte della signora (Privacy) non corrisponde ai dati in nostro possesso e un tanto verrà comunicato stante il fatto oltretutto che richiedere danaro per delle monte non contrasta con alcuna normativa vigente
3.n Privacy.   
3.o Si ratifica all’unanimità la nuova carica della Sezione Lombardia: Vicepresidente - Gianfranco Paoli
3.p Per quanto riguarda la richiesta della Sezione Sicilia di avere un contributo per le trasferte dei Delegati Regionali il CDN si riserva di studiare eventuali interventi di sostegno considerando le disponibilità finanziarie annuali.
3.q Vengono ratificati all’unanimità i seguenti Consigli telefonici:
    3 maggio     Soci
    16 maggio    Soci
    26 maggio     Soci    
            Cambio membership (Privacy)
    13 giugno    Soci
            Cambio membership (Privacy) (reiterato)
3.r Si ratificano i Soci sino al 30 giugno compreso: 37 ordinari
3.s Si delibera infine di acquistare una copia dell’Annuario Italiano delle Associazioni e di scrivere alla ditta Zooplus che eventuali sconti siano girati direttamente ai Soci che facciano richieste di acquisto di materiali.
4.a Per quanto riguarda la situazione economico/finanziaria il Tesoriere espone i saldi numerari che risultano estremamente congrui atti a coprire abbondantemente le necessità gestionali e, richiamandosi ai dati esposti poco sopra, esprime la propria soddisfazione per l’andamento positivo dell’Ente. La stessa propone al CDN di effettuare i pagamenti in sospeso. Si delibera, quindi, di procedere a tali pagamenti e di girare alle Sezioni le quote parte Soci e Affissi a tutto il 30 giugno, ma di ritardare solo il pagamento delle fatture relative alla nuova piattaforma fintanto che non inizieranno i lavori di rifinitura sul sistema. Sollecita il  Segretario ad esporre la situazione titoli: Egli inizia rendendo noto che alla data del 30 giugno erano stati evidenziati utili su titoli pari a 7.686€ (rimborso BEI 2020 e vendita BTP scad. 2011). Il rimborso del titolo BEI ha liberato risorse per 40.000 € che dovevano essere reinvestite per ripristinare il valore del Fondo indisponibile. Il CDN conferma in tal senso la sottoscrizione di due titoli ENI scadenza 2015 uno tasso fisso 4% e l’altro a tasso variabile semestrale (euribor a sei mesi + spread 0,89). La sottoscrizione è andata a riparto e sono stati reinvestiti 7.000€ nominali del primo e 8.000 nominali del secondo. Restano da reinvestire 25.000€. Il Segretario suggerisce di scegliere un titoli, anche emessi da UnicreditBanca, con scadenza 2012 e/o a tasso variabile al fine di evitare oscillazioni prezzi ampie nel caso di un aumento dei tassi di mercato nei prossimi anni. Sarà necessario, quindi, monitorare anche il BTP scadenza 2017 per lo stesso motivo valutandone la vendita ove necessario.
4.b  Si legge la comunicazione del consulente amministrativo che sottolinea la Sua impossibilità a continuare a svolgere il lavoro di predisposizione annuale del modello Unico stante l’impossibilità di stabilire se i dati inviati dalle Sezioni siano corretti e se le sezioni abbiano scelto l’opzione 398/91. Il CDN delibera che eventuali errate comunicazioni da parte delle Sezioni non possano essere addebitate al consulente amministrativo, ma lo stesso organo amministrativo se ne farà carico. Comunque si delibera di trasmettere alle Sezioni copia dell’atto costitutivo, copia dell’ultimo Statuto depositato e spiegazione dell’opzione 398/91, oltre a una lettera in cui si evidenziano le modalità di apertura di una posizione fiscale della Sezione. Alcune nuove Sezioni non hanno ancora provveduto all’apertura di tale posizione il che impedisce anche il pagamento delle quote parte Affissi. Il CDN delibera la necessità di svolgere in futuro dei controlli a campione sulle Sezioni regionali al fine di evitare situazioni come quelle che si sono verificate nella Sezione Toscana negli ultimi anni.
4.c Si richiederà alla consulente amministrativa di avanzare all’Agenzia delle Entrate due interrogazioni relative, la prima all’applicazione dell’Iva sulle pratiche al Libro genealogico anche per i non Soci e la seconda sulle quote parte da girare all’Associazione relative alle Manifestazioni ufficiali del Libro Genealogico. L’ANFI, dall’entrata in vigore del Decreto di affidamento del Libro Genealogico, svolge un attività pubblicistica e, quindi, essa rientra di fatto nell’attività caratteristica dell’Ente in forza di un provvedimento legislativo. Anche le Manifestazioni espositive ricevono un supporto logistico da parte dell’ANFI che altrimenti sarebbe costretta ad organizzare in proprio tali eventi. Sarebbe quindi opportuno richiedere il parere in quanto se l’organizzazione dell’evento è un’attività prettamente commerciale da parte dei comitati tale potrebbe non essere in merito a quella parte per la quale l’attività patrocinata dall’Associazione è in funzione di un’attività caratteristica dell’Ente che si svolge sempre in funzione di un’attività pubblicistica.
4.d In merito alle posizioni di Affissi non pagati e altre pendenze di Soci e non Soci il Tesoriere propone di  scrivere un ultima volta ai morosi escludendoli comunque con effetto immediato dall’emissione di documenti al Libro Genealogico e dalle esposizioni. Privacy.
5.a Prende la parola la referente delle esposizioni che evidenzia come nel primo semestre dell’anno le esposizioni hanno avuto mediamente più soggetti iscritti. Nel contempo segnala che l’attività di recupero crediti così come strutturata funziona in maniera egregia avendo permesso di recuperare più di 4.000€ di quote non pagate alle Expo. Privacy.
5.b Per quanto riguarda la comunicazione ricevuta in merito all’Expo di Besozzo la referente ivi presente risponderà che la stessa non solo è stata organizzata in maniera conforme alle regole, ma la presenza dei veterinari dell’ASSL e del Sindaco nella giornata di domenica che ha premiato l’organizzatore testimoniano che la stessa è stata organizzata a regola d’arte e i gatti presenti non ne hanno avuto a soffrire.   
5.c Si approvano le seguenti variazioni del calendario
2010 Viterbo 27/28 Marzo
2010 Cagliari 13/14 marzo cancellata
2010 Verona 20/21 marzo
2010 Umbria 5/6 giugno
2011 Piacenza 19/20 marzo (ex Ferrara)
2011 Napoli 17/18 dicembre (Comitato Iorio)


Per quanto riguarda la richiesta di Expo per Milano il CDN delibera che la stessa nel 2011 venga affidata alla Sezione che si è dichiarata disponibile a creare un Comitato ad hoc per tale organizzazione. Privacy
5.d Si predisporrà una comunicazione da parte della referente delle esposizioni da inviare sia ai Comitati che alle Sezioni in cui si ribadiscono i principi enunciati durante la riunione dei Comitati di aprile.
5.e In merito alla richiesta del Comitato (Privacy) di poter usare due partite IVA per giornata espositiva il CDN evidenzia che l’evento, secondo quanto previsto dalle Norme Tecniche e dalle norme FIFe (che coincidono) è unica anche se suddivisa in due giornate espositive, quindi non accoglie tale richiesta.
5.f Il CDN evidenzia come i Comitati non sono obbligati a organizzare tali eventi se non per loro scelta personale e che per tale motivo non possono pretendere di vincolare il CDN in merito a loro esigenze particolari che non solo non sono in linea con i Disciplinari, ma che possono creare situazioni di diversità di trattamento tra Comitati. Si evidenzia infine che le polizze debbono essere stipulate nei tempi previsti e non nell’ultima settimana prima dell’esposizione.
5.g Il consigliere Quaglia espone la situazione gabbie comunicando al CDN che dall’ultimo inventario da lui eseguito risultano mancanti 15 griglie, per tale motivo farà un controllo presso la Ditta di trasporto per vedere i rapporti di trasporto.     
6.a Si prendono in esame le richieste per svolgere l’esame di allievi giudici dei Soci Cristiano Sandon e Alessandro Ghibaudo le quali sono si accettate subordinando all’invio della documentazione mancante. L’esame potrà svolgersi almeno 60 giorni dopo la comunicazione in FIFe e si dovrà inviare debita comunicazione anche al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
6.b Si ratifica la richiesta del giudice Internazionale Fabio Brambilla che inizierà l’attività di allievo per le categorie I e IV.
Non essendoci altri punti all’ODG il Vicepresidente dichiara chiusa la seduta alle ore 18.00

  • lucilla
  • Venerdì, 26 Luglio 2013

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

L'ANFI E' UNO DEI 41 MEMBRI DELLA FIFe

fife

Legalmente riconosciuta con D.M. 6/8/1997
Autorizzata alla Gestione del Libro Genealogico del Gatto di Razza con DM 9.6.2005 prot. 22790 modificato con DM 13.10.2008 prot. 12953

IL LOI INFORMA

LA LETTERA INIZIALE PER I CUCCIOLI NATI NEL 2019 E' LA E

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account