Il presente sito utilizza solo cookie tecnici per i quali non è richiesto il preventivo consenso degli utenti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.

  • Img10
  • Img1
  • Img7
  • Img5
  • Img6
  • Img3
  • Img2
  • Img4
  • Img9
  • Img8

VERBALE CONSIGLIO DIRETTIVO 12 MAGGIO 2007


Debitamente convocato a norma di Statuto, sabato 12 maggio 2007 si riunisce il CDN presso la sede legale ed amministrativa di Torino, via Gropello 12, per discutere il seguente ODG:
1.Presidenza
1.1 Commissione LOI, nomina del Segretario  e Consulente Genetico,
Aggiornamento sullo stato delle pratiche LOI
1.2 Nomina dei Responsabili e Componenti delle Commissioni ANFI
1.3 Affido incarico ai Consulenti ANFI
1.4 Progetto Organizzativo della sede amministrativa di Torino-Mansionari
1.5 Attuazione delle delibere dell'Assemblea dei DD.RR.
1.6 Assemblea generale della FIFe

2. Segreteria
2.1 Posta in arrivo-Posta in Partenza
2.2 Ratifica Consigli telefonici
2.3 Ratifica Soci
2.4 Ratifica Affissi

3. Tesoreria
Aggiornamenti

4. Commissione Esposizioni
Aggiornamenti

5. Commissione Giudici, Allievi Giudici e Stewards
Aggiornamenti

Alle ore 10,00 sono presenti i Consiglieri Bertozzi Nicla, Cecchini Sicco Pina, Ciampoli Ronny, Domancich Dario, Di Chio Alessandro, Flore Marcella, Kowalczuk M.Cristina, Mandolesi Anna Brandi, Mannone Andrea. Il Consiglio è al completo.
La Presidente dichiara aperta la riunione dando il benvenuto a tutti i Consiglieri.
Con riferimento alla passata gestione ne apprezza il buon lavoro svolto  per la crescita ed il rafforzamento dell’ANFI e  ribadisce  che l’impegno del nuovo CDN è e sarà  fare  tutto il possibile nell’interesse dell’Associazione e dei Soci. La Presidente auspica  accordo e comunione di idee tra i Consiglieri per il miglior svolgimento delle loro funzioni  e  per il bene collettivo. Comunica di non aver incluso nell’elenco dei convocati il  Presidente dell'Assemblea dei DD.RR per una svista e di essersene già scusata con lui . Informa invece  non aver convocato la ex Segretaria del Libro Origini, Sandra Ferrini, in quanto ella stessa, durante un recente colloquio, aveva dichiarato di voler ”lasciare il CDN libero e tranquillo” di deliberare sull’assegnazione della Segreteria LOI  senza sentirsi influenzato dalla sua presenza. Poiché invece il Consigliere Domancich ha oggi richiesto che  fosse presente, non essendoci alcun motivo di opposizione, la Signora Ferrini è stata telefonicamente  invitata a partecipare alla  riunione.
Dario Domancich, facendo riferimento alla circolazione di alcuni articoli di ANFI Magazine,   dichiara che quando ci si consulta  per qualsiasi motivo via email,  l'invio va fatto a tutti i Consiglieri. Anna Mandolesi condivide. La Presidente  precisa che l'inoltro di detti  articoli era stato fatto ai Consiglieri che non ne avevano ancora preso visione. Domancich non contesta questo, ma il mancato inoltro delle risposte alla sua casella estromettendolo di fatto dal dibattito. La Presidente precisa che non era sua intenzione aprire un dibattito via email su tale argomento e che tale argomento verrà discusso più tardi quando si parlerà della  Commissione Stampa.
Si passa al primo punto dell'ODG.
La Presidente comunica  che la Sig.ra Sandra Ferrini ha inviato una e-mail dichiarando la Sua disponibilità a continuare ad operare quale Segretaria del LOI per il prossimo triennio.
La Presidente informa il CDN di aver chiesto alla Signora Ferrini di  riprendere il lavoro nei giorni scorsi,  in attesa del CDN odierno,  per snellire le pratiche LOI in giacenza. Per dette pratiche si è posto il problema della firma.  La Presidente, in quanto Responsabile del Libro Genealogico, ha temporaneamente sopperito firmando le pratiche pronte e in attesa di spedizione. Sono stati  elaborati  oltre 200 pedigree e oltre 50 passaggi di proprietà.
Per quanto riguarda il fatto di lasciare documenti firmati in bianco dalla Presidente, Domancich esprime la Sua netta contrarietà visto che ciò presupporrebbe un mancato controllo. Non è intenzione della Presidente lasciare documenti  firmati in bianco.
La Presidente informa che per la gestione del Libro Genealogico offrono la loro  disponibilità la Sig.ra Sandra  Ferrini di Torino, la Sig.ra Donatella Mastrangelo di  Roma, i soci  Carlo Luzi e Lucilla Villa Belardinelli di Roma e, infine, la Sig.ra  Flavia Capra di Lessolo, Torino.
La Signora Capra da’ anche la sua disponibilità ad essere  assunta come impiegata. La Presidente  ritiene che la sua eventuale assunzione porterebbe un non indifferente valore aggiunto sia per quanto attiene al Libro Genealogico che all’amministrazione, viste le molteplici attività svolte dalla Sig.ra Capra nella sua vita lavorativa, la sua lunga ed indiscutibile esperienza nel settore della felinotecnica, sia a livello nazionale che  internazionale, per la sua profonda conoscenza dell’Associazione e della sua evoluzione nel tempo, per la sua conoscenza delle lingue Francese ed Inglese parlato e scritto e, non ultima,  per la  sua  lunga esperienza quale allevatore e giudice internazionale FIFE.  Inoltre,  la Kowalczuk, dice di condividere da sempre il parere di coloro, inclusi alcuni  Amministratori del passato, che ritengono che chi gestisce il Libro Genealogico non deve  essere una figura politica nell’ambito dell’Associazione, ma una figura operativa , pur se altamente qualificata. Continua informando il CDN che una settimana prima delle elezioni dall’ex Presidente e dalla ex Segretaria del LOI  è stata assunta una nuova impiegata.  Il precedente CDN  era al corrente di possibili colloqui di lavoro, non di assunzioni. Invece, in data 31 marzo 2007, il precedente CDN è stato informato dell’avvenuta assunzione,  pur se "in prova", come specificato dall’ex Segretario Domancich. La Presidente ritiene che questa nuova impiegata  per quanto  volenterosa  e  disponibile, non è in possesso di quei requisiti altamente specifici di cui si ha bisogno in questo momento in ANFI ed aggiunge che quando si  renderà  necessario assumere un/una praticante, sarà opportuno pensare ad una persona di più giovane età da addestrare e specializzare in una visione maggiormente proiettata verso il futuro dell’ANFI.
Al momento la Sig.ra Flavia Capra e la Sig.ra Laura Bruno con  la supervisione della Sig.ra Emanuela Bruno, per quanto riguarda la riorganizzazione generale della Sede, dovrebbero essere in grado di mandare avanti i lavori in modo  più che soddisfacente, ferme restando eventuali verifiche  da fare  nell’arco di un ragionevole periodo di tempo.
Andrà anche verificata l’eventuale intenzione della Sig.ra Laura Bruno a proseguire la sua prestazione di lavoro  concordata  fino al 31 dicembre 2007.
Sull'argomento  si apre un acceso dibattito.
Interviene il Consigliere Domancich rilevando che “la Signora assunta in aprile è una ex dipendente dell’ Unicredit e se ben avviata può avere le sue capacità. Laura Bruno il 1° gennaio se ne va, l'abbiamo lasciata per istruire questa persona: scindiamo le due cose, il Libro genealogico e l'Ufficio.”
La Presidente interviene dicendo che , per quanto a sua conoscenza la Sig.ra Laura Bruno è rimasta perché ha piacere e necessità di continuare a lavorare.
Domancich afferma che  “chi ha gestito il LOI ha acquisito un'esperienza che la Capra non ha. Ha fatto relazioni al CDN annualmente, ha chiesto variazioni al programma acquisito che è vecchio. Oggi non è più possibile implementarlo, occorre cambiarlo. La segretaria del Loi è stata in ritardo una sola volta, a causa della Mondiale”.
Mannone afferma che ritardi ed errori sono numerosi, tutti si lamentano. Di nuovo Domancich rileva come “il ns consulente di fiducia ha sempre insistito, giustamente, per avere il denaro in cassa prima di rilasciare la ricevuta. Noi non gestiamo dei pedigree, ma il Libro Genealogico, e ci vuole continuità. Sandra ha  lavorato sodo, anche di sabato e domenica”.
Interviene la  Sig.ra Sandra Ferrini  dicendo che  per  la spedizione si doveva aspettare i pagamenti  delle pratiche.
Il Consigliere Mandolesi Brandi si dichiara favorevole ad una svolta, di qualità del lavoro, anche per una maggiore armonia nel centro amministrativo. Decisamente il Libro Genealogico deve restare a Torino. Dichiara  quindi che, scartando  le due possibilità che porterebbero ad un trasferimento della Sede del  Libro Genealogico, la scelta  della persona a cui assegnarne la Segreteria va fatta tra le Sig.re  Ferrini e Capra. Personalmente è favorevole alla Capra, anche per i suoi buoni rapporti con il personale del centro Amministrativo. La Signora Capra saprà sicuramente ben comprendere cosa l’ANFI si aspetta dai suoi dipendenti in termini di rapporti con i soci e con i clienti..
Sandra  Ferrini dichiara che è una scelta politica.
Risponde Anna Brandi che le lamentale dei soci hanno il diritto di essere ascoltate.
Riprende la parola Dario Domancich  dicendo che non si può mandare via una persona per l'armonia di un ufficio che non dipende da Lei. Se si deve assumere la Sig.ra  Flavia Capra propone un’assunzione di tre mesi + tre mesi, diversamente ci si lega  mani e piedi. A questo punto Sandra Ferrini comunica che lei può chiedere il distacco annuale al Ministero della Cultura e l'assunzione al Ministero delle Politiche Agricole “Ma se questa è una scelta politica...;  io ho lavorato dando l'anima.”
Interviene Mannone affermando che non è una scelta politica, ma concorda sul cambiamento “perché siamo stati eletti da una base che dobbiamo rispettare; la prima cosa da cambiare è questa”.
Sandra Ferrini lascia il CDN e il Presidente pone in votazione l'assunzione della Flavia Capra 8 voti favorevoli. Di Chio puntualizza che il contratto iniziale dovrà essere a tempo determinato.
Dario Domancich vota contrario e chiede  sia messa a verbale la seguente dichiarazione:
"Domancich è contrario all'assunzione della segretaria del Libro Genealogico in quanto figura di responsabilità paragonabile al professionista di cui tra l'altro statutariamente non si prevede tale atto. Se non si vuol tenere conto di ciò allora sarebbe meglio optare per il nominativo FERRINI in quanto si potrebbe richiedere il distacco al Ministero della Pubblica Istruzione con risparmi di spesa senza peraltro perdere il bagaglio di esperienza maturato. I ritardi imputabili al LG erano dovuti al sistema contabile e amministrativo consigliato. Ora se tale sistema fosse rivisto tali problematiche a Lei non imputabili sarebbero superate. Siccome, infine, la Signora Bruno Laura sarà in un prossimo futuro pensionata è contrario, quindi, di non confermare l'assunzione dell'impiegata Ghevre Jesus Laura attualmente in prova" (Dichiarazione allegata al verbale e debitamente firmata.)
Il Presidente pone in votazione i tempi di assunzione  della Signora Capra: fino al 31 dicembre 2007. Vengono espressi 8 voti favorevoli. Contrario Domancich che propone tre mesi+tre mesi.
Si delibera di interrompere  il rapporto con l’impiegata in prova: 8 voti favorevoli - contrario Domancich.
La Presidente informa poi di aver contattato l'attuale consulente genetico per la sua riconferma, il Giudice Gianfranco Mantovani, che si è riservato di dare risposta dopo aver saputo  chi sarà il Segretario del Libro Genealogico.
Per il Comitato Tecnico Scientifico. vengono nominati all’unanimità la Dr.ssa Paola Marchei, la Signora Emanuela Bruno e l'avvocato Castellano, essi  vanno ad aggiungersi alla Dr.ssa Giusi Azzolina e Dr.ssa Alberta Molare già elette dall’Assemblea dei Delegati Regionali. Il Consigliere Mannone auspica che nell’interesse dell’Associazione  il Comitato Tecnico Scientifico  sia maggiormente coinvolto e  interpellato ogni qualvolta si renda necessario.
Domancich precisa che il CTS ha solo carattere consultivo.
Si passa al p.1.2 Nomina dei responsabili e dei componenti le Commissioni ANFI.
Commissione Allevatori: referente Andrea  Mannone, eletto all'unanimità.
Commissione Stampa ed Internet: referente Ronny Ciampoli, eletto all’unanimità
membri: Di Batte Giovanni, Parodi Chiara, Mastrangelo Donatella , eletti all’unanimità.
Dario Domancich comunica che la Sig.ra Cristiana Marangoni non da’ la Sua disponibilità per la Commissione Stampa. Si delibera poi che sarà dato mandato a Carlo Luzi per la ristrutturazione del sito Internet. Approvato all'unanimità.
Ronny Ciampoli comunica che segnalerà eventuali altri soci che possano lavorare con la Commissione.

Commissione Esposizioni: già eletta nel precedente CDN come referente la Sig.ra Marcella Flore.
Membri: Di Molfetta Nino e Manunta Laura per le attività concernenti gli  stewards, Dal Din Paolo per le gabbie; eletti all’unanimità.
Dario Domancich  consegna al tesoriere copia del contratto con la ditta di trasporto Guerra di cui, afferma, esiste anche un originale in sede
Commissione per lo Statuto: si propongono:
Il Presidente ANFI M.Cristina Kowalczuk, Il Presidente Assemblea  DD.RR  Cristina Remo, Cecchini Pina Sicco ,  Mandolesi Anna Brandi e Domancich Dario.
Dario Domancich propone di confermare i 4 nominativi uscenti (Kowalczuk, Klein, Cristina e Domancich) e chiede, data la particolarità della Commissione, di votare il Suo nome, dichiarando che accetterà solo se votato all'unanimità. Esce dalla Sala in attesa del voto.
Il voto dà questi risultati: 6 favorevoli, uno contrario - Mannone - e uno astenuto - Sicco. Dario Domancich non vota e non accetta di far parte della Commissione causa il voto non unanime.
La Commissione per lo Statuto risulta così formata: Cristina Remo, M.Cristina Kowalczuk, Sicco Pina, Mandolesi Anna. Si delibera di mandare ai componenti della Commissione, ai Consiglieri e ai Presidenti di sezione la bozza finora elaborata. Domancich ritiene che tale bozza rispecchia la precedente e sarebbe meglio completare prima il lavoro di redazione delle variazioni prima di inviare la bozza. Il resto dei Consiglieri ritiene sia meglio spedirla per possibili commenti e suggerimenti.
Viene confermato l’incarico ai Consulenti ANFI:
Studio Bruno e Griglio per la contabilità e consulenza amministrativa;
Avvocato Castellano per pratiche e pareri legali;
Avvocatessa  Ferrari per la privacy;
Rag.Turrini per problemi fiscali e regolamentazioni legislative.
Progetto Marketing. Il Presidente comunica la sua intenzione di formare un gruppo da definirsi che lavori con lei per attività di marketing e comunicazione di marketing. Il CDN ne prende atto.
Si delibera di attivarsi per la costituzione di nuove sezioni e il rafforzamento di quelle piccole  già esistenti.
Per quanto concerne i mansionari, a suo tempo approvati, si delibera che verranno rivisti ed aggiornati  prima di essere riproposti al CDN.
Viene dato mandato alla Sig.ra Emanuela Bruno di curare la riorganizzazione della sede, ed in seguito coordinare e supervisionare  il Centro Amministrativo.
Si deliberano i poteri di firma indipendente per il tesoriere Cecchini Pina Sicco, per il Vicepresidente, Ronny Ciampoli e per Emanuela Bruno per le necessità del Centro.
La Sig.ra Emanuela Bruno specifica è sua prassi chiedere l’autorizzazione a chi di dovere.
Si propone di valutare l’eventuale cambiamento della banca. Vengono evidenziate le attuali spese con l'Unicredit  Bank e si delibera di affrontare il discorso dei versamenti on line presso l'Ufficio Postale.

Meeting FIFe: Il Presidente parte il 22 maggio; è stato proposto come assistente il Giudice Di Chio che, per motivi di lavoro  non potrà partecipare. Domancich propone il Vice Presidente Ciampoli che viene  accettato all'unanimità. Domancich ricorda che bisogna stabilire una disponibilità di cassa per la delegazione che di solito è di 2.000,00 €. si delibera favorevolmente all’unanimità.
Per quanto riguarda l'impiegata in prova Signora Ghevre Jesus Laura viene deliberata l'interruzione del rapporto di lavoro in periodo di prova per non superamento della stessa e per esigenze diverse della Associazione. Domancich è contrario, tutti gli altri favorevoli.
Si delibera che per l'accettazione dei nuovi soci, le domande di tesseramento dovranno  pervenire a Torino e dalla Sede saranno inviate alle Sezioni che provvederanno, a norma di Statuto, alla loro eventuale accettazione. Dopo questa fase  avverrà la ratifica  da parte del CDN.
Il Presidente illustra e chiede il parere del CDN sulle proposte che saranno discusse al  Meeting FIFe:
Si esaminano le candidature al Board FIFE  e quelle per le varie  Commissioni FIFE . Ci si consulta sui vari nomi,  lasciando comunque la possibilità al Presidente e Vice Presidente di  votare secondo il loro  miglior discernimento alla luce di quanto accadrà ad Albufeira, fermo restando il supporto alle candidate italiane Klein e Mastrangelo.
Per quanto riguarda le proposte dei vari Paesi Membri si scambiano pareri e, ovviamente , si ribadisce il massimo supporto alle proposte avanzate dall’ANFI.
All’arrivo del Presidente dell'Assemblea dei DD.RR. si passa a discutere il punto 1.5 all’ODG.
Proposta n.1 della Lombardia: la proposta non ha corrispondenza nello Statuto. Vi sono aspetti di tipo legale. Si valuta la possibilità di inserire norme restrittive  nello Statuto  in fase di revisione, come pure nel Regolamento Attuativo. In tal senso si decide di consultare il consulente dell’ANFI, Avvocato Castellano.
Proposta 1 della Liguria:  Statuto e Regolamento saranno inseriti  su ANFI Magazine . Saranno stampati un maggior numero di tali inserti da tenere in Sede ed essere spediti ai nuovi soci.
Proposte n.1 e 2 del Piemonte. Sono di  competenza FIFe.
Proposta della Toscana. Si delibera di rinviare la discussione in merito  al prossimo CDN
Proposta 2 del Veneto. La Commissione Esposizioni invierà una comunicazione  ai  Comitati.
La Segreteria legge la posta in partenza dal protocollo n.1 al n.4 e la posta in arrivo dal n.1 al n.25.
Si comunica che l'allevamento (privacy) ha fatto regolarmente gli esami richiesti presso l'Università di Milano, in quanto i Centri zooprofilattici di Padova e di Basaldella non eseguono questo tipo di analisi, Domancich esprime perplessità su questo ultimo fatto
Mannone chiede lo scopo della richiesta degli esami


Risponde la Presidente  relazionando brevemente sui fatti in questione  che hanno portato a tale delibera.
La Presidente rileva che  mancando un Protocollo per i controlli sanitari sugli allevamenti sarà opportuno verificare con il Ministero della Salute come comportarsi in tal senso ed eventualmente dare incarico al Comitato Tecnico Scientifico di elaborare un protocollo d’intervento.
Domancich  evidenzia che quando arriva una denuncia scritta, i regolamenti consentono i controlli. Il prezzo degli esami è a carico dell’ANFI:
Mannone sostiene che questi esami clinici sono a Suo parere inutili. Ma la Kowalczuk pur apprezzando la sua posizione di esperto, ribatte che quando arriva una denuncia circostanziata al CDN, questo deve valutare cosa sia possibile fare e come giustamente intervenire.
Si prende quindi atto che l’allevamento (privacy) ha assolto quanto precedentemente richiesto.
Nella posta  in arrivo anche  gli auguri di buon lavoro da parte del Board FIFe e del Segretario Eric Rejiers; l’autorizzazione del Presidente Kowalczuk rilasciata alla Banca per il pagamento di vecchi assegni bancari inviati alla  sezione Abruzzo diversamente prescritti , alcune lettere di competenza del LOI che verranno debitamente girate; la lettera inviata dalla Socia (privacy) su sue controverse con il socio (privacy).                                     .
Si delibera all’unanimità che il Presidente della Lombardia contatti  (privacy) per valutare la possibilità di dirimere pacificamente la questione; la lettera del socio D’Agostino,  lettera alla  quale  risponderà la Sig.ra Kowalczuk ; la richiesta della sezione Veneto di poter firmare le lettere ai soci  omettendo per il Presidente e il segretario la dicitura “pro tempore”. Tale ultima richiesta per regolarità statutaria non viene  accettata.
concernente in comunicazioni della segretaria ai ns consulenti  per le nuove cariche
Il Presidente informa poi della  Sua visita  al Ministero delle Politiche Agricole  Il MIPAF desidera che le comunicazioni ed i documenti siano inviati in via formale tramite  Raccomandata con ricevuta di ritorno. La riunione della CTC del  5 aprile 2007 non è stata ritenuta valida perché iniziata e  proseguita per ore senza che si fosse raggiunto il numero legale dei partecipanti,  pertanto,  tutte le delibere prese in tale occasione sono nulle  e tutta la documentazione in merito inviata al MIPAF dall’ex Segretario Domancich dovrà essere rimessa in discussione. Nell’ambito della discussione si manifesta la necessità di  richiedere al MIPAF chiarimenti sull’avvicendamento dei membri della CTC nominati dall’ANFI , avvicendamento che dovrebbe seguire il triennio amministrativo dell’ANFI. Mannone interviene sostenendo che per i ns rappresentanti è giusto avere scadenze uguali alle altre commissioni.
Domancich  chiede sia inoltrata  una richiesta ufficiale al Ministero sul perché l’ultima riunione della CTC non è valida, in quanto i convenuti erano  rimasti in attesa fino alle 18 del Dott.Bo e su consiglio dello stesso Sig. Benvenuti e suo suggerimento avevano formato  le sottocommissioni per esaminare le norme tecniche.


Riprende la parola la Presidente riferendo di un fax ricevuto da Bob Schwartz da parte dell’ex Presidente  Mario Ottino con l’ordine di mandare in stampa l’ultimo ANFI Magazine con degli articoli che sono ora al vaglio dell’attuale CDN. La Sig.ra Kowalczuk rende noto di  aver dato il suo benestare  alla pubblicazione di articoli di commiato dell’ex Presidente,  ex  Segretario  ed ex Segretaria del LOI. Tuttavia, poiché il contenuto di parte di detti scritti più che di commiato sa di propaganda contro l’attuale CDN, riporta dati non esatti e comunque  aprirebbe la strada la strada a inutili polemiche, la pubblicazione  o meno di detti articoli  dovrà essere attentamente valutata.
Mannone interviene dicendo che 6 anni prima, in occasione delle elezioni,  c'era stato una specie di colpo di Stato notturno, eppure nessuno degli sconfitti aveva fatto polemiche di tale natura.
La Sig.ra Brandi Anna stigmatizza una frase di Domancich  che "è nel nuovo Consiglio per vigilare e tutelare coloro che lo hanno votato" in quanto  crede che il Consiglio debba lavorare per tutti i Soci, per quelli che lo hanno votato e per quelli che non lo hanno votato.
Per quanto riguarda il giornalino, Domanich  afferma che il Direttore Responsabile può anche non essere il Presidente. Afferma di essere disponibile  a togliere dal suo articolo la frase di cui sopra; per il resto  bisognerà parlare  con il Sig. Ottino. La Presidente si rammarica di dover constatare che il contenuto del suo articolo ed il suo comportamento   dimostrano chiaramente la sua ostilità al nuovo CDN.
Il Vice Presidente  legge la  e-mail mandata  dopo la lettura degli articoli.
Domancich  ribadisce che bisogna parlare con Mario  Ottino e se il CDN è d'accordo può anche fargli una telefonata lui. Tutti gli altri Consiglieri concordano sul fatto che gli articoli in questione sortirebbero solo effetti negativi ed ulteriori tensioni.
Per quanto riguarda il Notiziario Dario Domancich comunica che la Sig.ra Cristiana  Marangoni vuole prendersi una pausa di riflessione, anche se ritiene giusto e corretto che concluda il suo lavoro con questo numero. Il CDN dovrà attentamente esaminare questa edizione dell’ANFI Magazine.
Nel frattempo arriva la  Sig.ra Flavia Capra. La Presidente le comunica le decisioni del CDN e  sottolinea che ci si aspetta tanto da lei, sia come operatività, sia come capacità relazionale con i soci.
Flavia Capra ringrazia  per la fiducia accordatale e da’ anche la sua disponibilità a fungere da  direttore editoriale,  prestazione che lei offrirà all’ANFI a titolo gratuito. Inizierà  a lavorare subito a tempo parziale e quanto prima a tempo pieno, presumibilmente il 1 giugno p.v.
Il CDN delibera che il Direttore Responsabile, come prassi già acquisita da anni, sarà il Presidente M. Cristina Kowalczuk.
Viene ratificato il CDN telefonico del 30-4-07 sul caso (privacy) 8 favorevoli e 1 astenuto (Dario Domancich) in quanto dello stesso contenuto dell'ultimo verbale del vecchio CDN.
Vengono ratificati i nuovi soci:
Veneto 4- Lombardia 8- Emilia Romagna 5- Piemonte 7- Liguria 1- Lazio 2- Toscana 4- Puglie1- Marche 1- Sardegna 1.

Per le Toscana non viene ratificata la socia (privacy) in quanto morosa nei confronti dell'ANFI per la pagina su internet.
Si approva l’affisso Diella (Lombardia)
Si concorda che il prossimo CDN sarà domenica 15 luglio c.a.
Prende la parola  Marcella Flore per la Commissione Esposizioni.
Illustra brevemente il nuovo metodo d’inserimento delle expo nel Calendario della FIFe. Vengono richieste le seguenti expo.
23-24 giugno     Fiera di Osnago    Brandi
24-25 Novembre Napoli                Daragiati
Vengono approvate, evidenziando che per Napoli  non verrà erogato il contributo gabbie.
La Flore comunica altresì che il Comitato Daragiati ha chiesto Verona per il 15-16 Dicembre. Essendo ad una settimana da Pietra Ligure la Mostra non viene approvata.
Si  delibera l’installazione di  linee telefoniche ANFI per la  Segretaria Nazionale, per la Referente della Commissione Esposizioni  e per la Presidente .
Tesoreria.
La Tesoriera legge la Situazione Disponibilità Finanziaria dell’Associazione, al 10/5/07
distribuendo una copia a ciascun Consigliere.
Con la presenza della signora Griglio vengono illustrate le disponibilità sui vari conti.
Si prende atto che alcuni titoli a scadenza sono liquidizzati, il Consiglio stabilisce  che per il loro eventuale reinvestimento si attende di verificare gli impegni di pagamento a breve e medio termine.
Il Consigliere Domancich, ex Segretario Nazionale, consegna alla Tesoriera una cartellina contenente liste di soci morosi del settore pubblicità Internet e stampa, riguardanti i seguenti anni: anno 2003, anno 2004, anno 2005, anno 2006 - nonché una lista dell'anno in corso.
Il Consigliere Domancich precisa che le posizioni sono aggiornate a circa due mesi fa. Questa documentazione  crea perplessità tra alcuni  Consiglieri  soprattutto per quanto riguarda l’arco temporale di trascinamento di tale situazione.
Si propone di modificare la modulistica per gli inserti sul sito ANFI. Si propone di pubblicare sul Notiziario la lettera per gli inserzionisti e la lettera per associarsi.
Commissione Giudici
Alessandro Di Chio comunica che la socia Laura Manunta chiede di fare l'esame i preliminare per diventare Allievo Giudice della Categoria III e IV.  Saranno attivate le procedure del caso.
Letto, approvato, firmato
Anna Mandolesi Brandi, Marcella Flore, Maria Cristina Kowalczuk, Bertozzi Nicla, Pina Sicco, Ronny Ciampoli, Andrea Mannone, Alessandro  Di Chio
Il Consigliere Dario Domancich consegna copia del verbale della Polizia Postale fatto dal delegato Barbara Gini in data 20 aprile 2007 per lo smarrimento della Sua lettera contenente euro 80 per il pagamento della quota associativa e della pubblicità su Internet, e mantenere la sua anzianità associativa.
Si delibera  che la socia debba inviare comunque  euro 86  a copertura di quanto sopra.
Sono le ore 18,45 e la riunione viene dichiarata chiusa.

  • lucilla
  • Venerdì, 26 Luglio 2013

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

L'ANFI E' UNO DEI 41 MEMBRI DELLA FIFe

fife

Legalmente riconosciuta con D.M. 6/8/1997
Autorizzata alla Gestione del Libro Genealogico del Gatto di Razza con DM 9.6.2005 prot. 22790 modificato con DM 13.10.2008 prot. 12953

IL LOI INFORMA

LA LETTERA INIZIALE PER I CUCCIOLI NATI NEL 2019 E' LA E

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account