Il presente sito utilizza solo cookie tecnici per i quali non è richiesto il preventivo consenso degli utenti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.

  • Img10
  • Img9
  • Img8
  • Img3
  • Img7
  • Img2
  • Img5
  • Img4
  • Img6
  • Img1

VERBALE CONSIGLIO DIRETTIVO 31 MARZO 2007


Si riunisce il Consiglio Direttivo Nazionale in data 31 marzo 2007 presso la Sede Centrale in Via Gropello 12 a Torino alle ore 09.30 in prima convocazione e alle ore 10.00, in seconda convocazione con il seguente Ordine del Giorno:

Tesoreria

Bilancio Consuntivo 2006

Bilancio Preventivo 2007

Scritture di rettifica

Investimento Fondo indisponibile

Segreteria:

Posta in arrivo e in partenza e relative delibere

Ratifica nuovi soci 2007

Ratifica CDN telefonici 2006/2007

Segreteria LOI:

Relazione LOI

Ratifica nuovi Affissi

Pratiche da valutare

Presidenza: Assemblea 22 aprile valutazione delle eventuali candidature del CDN

Commissione Esposizioni:

riepilogo variazioni e nuove richieste

Commissione Internet

Commissione Stampa: comunicazioni della redazione

Il Consiglio si apre alle ore 10.00. Sono presenti: Ottino, Kowalczuck, Domancich, Brandi, Ferrini, Flore, Klein, Paoli e Quaglia.
1.a Il Segretario e il Tesoriere espongono il Bilancio Consuntivo 2006 con la collaborazione del consulente amministrativo Signora Griglio. Le scritture di rettifica hanno riguardato : a) alcune poste relative a residuali crediti e debiti che sono state portate ad abbuono sino a concorrenza della data del 31/12/2005; b) per i beni immobilizzati si è proceduto ad applicare le quote di ammortamento in base al normale degrado dei beni c) si propone un accantonamento nel Fondo indisponibile pari a 40.000€. A tale proposito il Segretario espone la situazione degli investimenti in titoli con una relazione che si allega a questo verbale. In tale relazione si evince come gli investimenti si siano ampliati nel corso del 2006 in parte per accantonamenti da interessi per 6.000 € nominali e in parte per altri 5.000€ nominali a valere sugli utili accantonati degli anni precedenti. Poiché tali investimenti sono stati fatti tutti ampiamente sotto la parità di rimborso a 100/100 gli investimenti hanno prodotto anche la creazione di potenziali utili futuri su realizzo da vendita/rimborso. La redditività 2006 da interessi incassati o ratei attivi maturati è stata del 4.05% netto se calcolata sul valor nominale e del 4.34% se calcolata sul costo medio storico. Si evidenzia come le minusvalenze su titoli imputate pari a 10.248,10 siano di fatto un costo per la gestione corrente, ma non una perdita, trattandosi di investimenti sostanzialmente immobilizzati che verranno comunque rimborsati a 100/100. Nel caso in cui si verificherà un’inversione di tendenza dei tassi essi potranno essere rivenduti anche a prezzi superiori ai prezzi medi storici prima della naturale scadenza. Gli investimenti derivanti da incasso cedole e sul versamento sopra riportato sono stati fatti tutti sui titoli già presenti in portafoglio ad alto rating internazionale (AAA) e già a suo tempo approvati dal CDN. L’Associazione espone ancora nelle passività consolidate e patrimoniali utili di esercizi precedenti pari a 63.814,20 € da questo fatto discende la proposta di accantonare e investire un importo di 40.000€ nel fondo indisponile. Il titolo valutato è un BTP scadenza 15/9/2011 3,75%, stante il fatto che tutti gli altri investimenti sono di durata maggiore. Tale titolo assicurerà per l’importo sopra esposto flussi cedolari annui netti in percentuale del 3,28125% e in numerario pari a 1312,50€ e se anche il CTZ scadenza 30.4.2007 verrà reinvestito in questo titolo, esso farà salire l’importo complessivo delle cedole a 1968,75 € annui. Poiché il titolo in questione potrà essere acquistato sotto la parità di rimborso c.ca 99.00/100 il rendimento effettivo netto a scadenza senza la componente di investimento annuale dei proventi incassati (rendimento composto) sarà pari al 3,60% netto. Si dà mandato al Segretario di procedere all’investimento. Tale investimento e quelli già fatti permetteranno all’associazione di ottenere, oltre a una buona redditività, anche un beneficio fiscale nel caso in cui la tassazione sulle rendite finanziarie salirà dall’attuale 12,50% al 20%, d) per quanto riguarda il Fondo TFR si dispone di procedere all’accantonamento di competenza 2006, e) per quanto riguarda il Libro Genealogico il CDN dispone (come anche riportato nel preventivo 2007) di prevedere per Signora Sandra Ferrini una remunerazione di € 5.000 lordi + eventuali rimborsi spese per il controllo, aggiornamento e miglioramento database LOI. Ove in corso d’anno il segretario del L.G. fosse sostituito (essendo carica soggetta a nomina) tale remunerazione si intenderà pro quota annua f) Il Segretario evidenzia come alcuni rimborsi da lui presentati fossero comprensivi anche del pasto della moglie (commissione stampa) e chiede quindi da parte del CDN l’approvazione dei suoi rimborsi così redatti. Il CDN, in considerazione del lavoro gratuito prestato dalla signora Marangoni Cristiana sin dal 2001 a favore della commissione stampa, oltre a ringraziarla per la sua opera, approva all’unanimità tali rimborsi. Il Bilancio Consuntivo 2006 si chiude, pertanto, con un avanzo attivo di gestione pretasse pari a 4.057,47€, Il CDN, un tanto premesso, approva all’unanimità (9 presenti) il Bilancio Consuntivo 2006 e la proposta di accantonamento al fondo indisponibile secondo le linee sopra indicate.
1.b Il CDN valuta il Bilancio Preventivo 2007 sulla base delle uscite ed entrate del 2006 inserite nella bozza proposta dalla Tesoreria in collaborazione con la Segreteria. Esso trova un pareggio a 194.000 €. Il CDN approva all’unanimità dei presenti (9 favorevoli) il Bilancio Preventivo 2007.
1.c Poiché l’impiegata della Sede Laura Bruno potrà andare in quiescenza in data 1.4.2007 il CDN delibera di proporre alla Signora Bruno di procrastinare tale scelta al 31.12.2007 onde permettere anche l’assunzione di un impiegato in sostituzione.
1.d Si delibera di assumere in prova la Signora Ghevre Jesus Laura con data 2.4.2007 al fine di rafforzare l’ufficio dopo le dimissioni della Signorina Valentina Bazzaroni.
1.e Si delibera che a far tempo dal 1.1.2008 le quote annuali dei Giudici verranno versate sul conto corrente dell’attività Associativa esattamente come le quote dei Breed Council e il relativo ammontare sarà inviato alla FIFe tramite bonifico bancario al fine di evitare l’invio dei contanti come viene fatto in questo momento. Ciò al fine di evitare che tali cifre vengano smarrite o rubate.
2.a Il Segretario espone la posta in partenza dal prot. 103 al 122 per il 2006 e dal prot. 1 al 34 comprensivo del 19bis del 2007. Il CDN prende atto e approva. Il Segretario evidenzia di aver provveduto all’inoltro in data 24 marzo, alla FIFe delle proposte ANFI che riguardavano il DSM e la nuova ripartizione dei gruppi di colore Sphynx. Si segnalava nella stessa missiva la composizione della Delegazione ANFI Delegato: Mario Ottino; Assistente: Maria Cristina Kowalczuck oltre alla proposta del nominativo del Giudice Hana Klein Gasbarri per l’elezione alla Commissione Giudici e Standard.
2.b Il Segretario espone la posta in arrivo. Lettera dell’avvocato (privacy) in merito al contenzioso (privacy) in cui si richiedono dati relativi a cucciolate. Il Libro genealogico ha già risposto negativamente in base alle disposizioni sulla privacy contenute anche nel Disciplinare del Gatto di razza. (privacy).
2.c (Privacy)
2.d (Privacy)
2.e Il Segretario espone la situazione venutasi a creare con la nascita di un altro Club del Maine Coon che aveva richiesto il riconoscimento pur in presenza di un Club attivo della stessa razza. In relazione a questo si espongono anche le problematiche sorte per il Club del Norvegese dove il Club esistente pur, in presenza delle dimissioni del Presidente e pur dopo un periodo di inattività ha fatto un assemblea all’esposizione di Chiasso. Nel contempo però un altro gruppo di Soci ha deciso di far sorgere un altro Club del Norvegese. Poiché la discussione sfocia nella proposta di autorizzare la nascita di più club della stessa razza il Segretario evidenzia come tale soluzione sia non gradita dai Club di razza esistenti con particolare riferimento ai Sacri di Birmania, Certosini e Devon Rex e, immagina anche altri, evidenzia come tale decisione potrebbe anche destabilizzare la situazione del Maine Coon che aveva da poco trovato una soluzione concordata alla mostra di Viterbo. Un tanto premesso il CDN delibera che sarà possibile avere il riconoscimento di più club della stessa razza. Si ribadisce che all’atto della richiesta il Club richiedente dovrà avere: a) dodici Soci fondatori iscritti all’ANFI, b) uno Statuto che non sia in contrasto con le normative ANFI e FIFe oppure una dichiarazione che i Soci si adegueranno alle normative ANFI tempo per tempo vigenti, c) tali Club saranno quindi equiparati in merito alla loro struttura organizzativa e amministrativa alle Sezioni Regionali. Per ultimo si evidenzia come solitamente un riconoscimento venga revocato solo dopo aver constatato una palese inattività del Club escludendo, per attività, la presenza di un sito internet. Nel frattempo il CDN delibera il riconoscimento del neocotituito Maine Coon Club suggerendo, su istanza del Segretario, alcune variazioni allo Statuto e dà mandato al Segretario di comunicarlo agli interessati.
2.f In merito alla lettera di protesta pervenuta dal Club JOBS relativamente alla pubblicazione delle nuove razze Peterbold e Don Sphynx su ANFI Magazine in cui compariva in un riquadro una nota descrittiva del Club ARS, si evidenzia come nell’articolo in oggetto tale riquadro compariva solo quale attestazione di ringraziamento al Club che, in mancanza di altri interventi da parte di altri Club, si era attivato e fatto carico di tradurre gli standard e di scrivere un articolo a firma di Laura Bocchi Socia ARS sulle due razze. Si sottolinea come questo sia il secondo anno consecutivo in cui viene riconosciuta una razza della Quarta Categoria. Anche in quell’occasione il Club JOBS non aveva prodotto nulla tanto che la traduzione dello Standard era stata fatta dalla Vicepresidente Kowalczuck. Un tanto premesso il CDN non vede la necessità di effettuare errata corrige e invita il Segretario a rispondere al Club specificando le considerazione fatte.
2.g. Privacy. Il CDN ritiene che tale segnalazione sia tardiva in quanto la Socia avrebbe dovuto segnalare tale fatto al Commissario dell’Esposizione, far fermare il giudizio e chiedere un controllo più severo. Questo perché una volta chiusa l’esposizione i soggetti che avrebbero subito modificazioni cosmetiche (peraltro effettivamente vietate dai regolamenti) non sono più identificabili se non con controllo del microchip e/o test genetico, ma poiché né l’uno né l’altro erano stati rilevati all’origine, qualsiasi altra modalità non dirime la questione. Si dà mandato al Segretario di rispondere in merito e lo stesso comunica, per completezza di informazione, che la Socia indicata nella lettera aveva chiesto e ottenuto copia della lettera inviata (privacy).
2.h Il Segretario legge la lettera di protesta di alcuni soci ANFI ex Soci JOBS e di altri firmatari (soci ANFI). In tale lettera i Soci si rammaricavano che l’Assemblea del Club fosse stata convocata in una data infrasettimanale sia in prima che in seconda convocazione, a un’ora tarda (21.00) e in una sede (domicilio del Segretario del club) lontana (alta Lombardia) centinaia di chilometri dalle loro sedi (Centro Italia). Tale situazione avrebbe impedito di fatto la loro partecipazione. Il Segretario Nazionale aveva inviato una mail al Presidente del Club in cui pur sottolineando che le formalità di convocazione erano state rispettate Lo esortava a prendere in considerazione la possibilità di riconvocare tale Assemblea in orario, luogo e data più consone a permettere una partecipazione la più diffusa possibile di Soci in considerazione del principio generale per il quale un’Associazione dovrebbe favorire la massima partecipazione possibile dei propri associati soprattutto all’Assemblea annuale. A tale proposito Brandi interviene dicendo che sarebbe stato giusto un CDN telefonico. Il Segretario obietta che i tempi erano stretti e che comunque il tenore della Sua mail non era assolutamente coercitivo e non si spiega la risposta del Reguzzoni (Presidente del Club) in merito. In ogni caso tale lettera ha prodotto il deferimento di quattro soci ANFI firmatari ai rispettivi Collegi regionali di appartenenza da parte del Club JOBS. Il Segretario evidenzia come abbia dovuto richiedere al Club l’integrazione delle quote di soccombenza in quanto in prima istanza erano stati versati 52€ mentre essendo un deferimento multiplo ce ne volevano complessivamente 208€. Si provvederà ad inviare ai Collegi di competenza il deferimento.
2.i Si apporta una correzione al verbale dell’8 settembre 2006 punto 4.b nel quale debba leggersi: …….. richiesta del CIGAS volta a far inserire sul pedigree di ogni gatto abissino la notizia che è stato fatto il test del PK-Def (Pyruvate Kynase Deficiency). Tale test sarà obbligatorio per i riproduttori. La norma diverrà obbligatoria dopo la Sua pubblicazione sull’organo ufficiale ANFI. Si lascia ……………..
2.l Il CDN stabilisce che la Segretaria del Libro Genealogico abbia la facoltà di inviare un richiamo scritto, secondo quanto previsto anche dal Disciplinare, a quei Soci che cedono un cucciolo sotto gli 84 giorni ove sia il primo caso, informando il CDN nella successiva riunione. Ove tale pratica continuasse il segretario porterà la pratica in CDN per le opportune valutazioni. (Privacy).
2.m Privacy
2.n. Privacy
2.o In base alla richiesta fatta dalla Socia Mathilde Bonetti di acquisto di due pubblicazioni della Sperling il CDN delibera di soprassedere in quanto non interessato.
2.p Si autorizza il Comitato di Orvieto a redigere un giornalino che verrà distribuito al pubblico in expo che descriva l’attività dell’Associazione nei suoi vari aspetti.
2.q si ratificano le cariche delle seguenti Sezioni richiamando anche quelle già approvate nel caso in cui fosse sfuggito durante il tempo qualche variazione:

ABRUZZO

Presidente GABRIELLA GINALDI
Segretario MASSIMO SARACENI
Tesoriere ANGELA CORTELLA
Con riferimento a questa Sezione il Segretario ricapitola la situazione e le missive pervenute: in data 24 gennaio 2007 si svolgeva l’annuale assemblea di Sezione. Successivamente la Segreteria riceveva la comunicazione degli eletti. Poiché si notava che per il CDR la comunicazione sintetica su apposito modulo riportava tre nominativi di cui uno (Massimo Saraceni) riportato due volte si contattava la Presidenza di Sezione per segnalare l’errore. Nel frattempo in data 23 febbraio si riceveva una lettera (datata 22 febbraio 2007) in cui tre Soci (Roio/Saraceni/Colangelo) segnalavano che l’Assemblea si era svolta con una convocazione irrituale e che anche le Assemblee del 2005 e 2006 non si erano svolte e i bilanci non erano stati approvati. Poiché la segnalazione imponeva innanzitutto una riconvocazione dell’Assemblea onde sanare l’irritualità della convocazione la Segreteria, contattata in merito anche dalla Presidenza e Vicepresidenza, procedeva a un sollecito telefonico alla Presidente Sezione Abruzzo a riconvocare detta Assemblea rispettando i tempi statutariamente previsti. La Segreteria aveva provveduto anche a contattare uno dei firmatari il Socio Roio al fine di comunicare che ci si stava attivando in tal senso. Poiché la risposta della Presidente di Sezione era stata immediatamente collaborativa in tal senso non si formalizzava nessun sollecito scritto. Infatti l’Assemblea veniva riconvocata per il 21 marzo 2007 nel rispetto della ritualità formale in seconda convocazione alle ore 18.00. In data 21/3/2007 la Segreteria riceveva via fax dalla Sede una lettera dell’Avvocato Colamelo patrocinante del Socio Roio in cui si diffidava allo svolgimento dell’Assemblea in questione al fine di prendere ulteriori provvedimenti. La Segreteria ne prendeva atto verso le ore serali (tornando a casa dal lavoro) quando l’Assemblea si era già svolta. La stessa, comunque, aveva visto la presenza di 11 Soci su 13 compresi due dei firmatari la lettera del 22 febbraio. In definitiva la Segreteria sottolinea come anche in questo caso si era attuata la medesima procedura di altre situazioni che in passato si erano verificate, cioè a fronte di una irritale o mancante convocazione si era sollecitato la convocazione o riconvocazione dell’Assemblea (Liguria/Sardegna) ricorda che solo nel caso della Sezione Umbria, nonostante i numerosi solleciti, protrattisi per un anno, si era dovuti commissariare la Sezione e convocare un’Assemblea che peraltro aveva riconfermato il Presidente uscente (poi ratificato dal CDN). In buona sostanza il CDN aveva sempre preferito lasciare ai Soci delle varie Sezioni la possibilità di sanare autonomamente eventuali anomalie. La Segreteria in data 25 marzo 2007 sollecitava un parere legale (letto al CDN) descrivendo la situazione nei fatti come svolti. L’avv. Castellano rispondeva che, a conferma della validità della convocazione, “il termine normalmente previsto per la convocazione di un’Assemblea non può costituire motivo, se non rispettato, di impedimento del funzionamento dell’ente associativo a cui si riferisce” si può eventualmente prevedere una sanzione dell’Organo che non vi ha provveduto. La censurabilità di quanto successo negli anni scorsi é sempre possibile. In merito al Bilancio si trattava di valutare se l’approvazione 2007 sanasse le precedenti visto che per il resto la sezione aveva funzionato egualmente e senza contestazioni da parte degli organi associativi. La Segreteria sottolinea come il CDN ha sempre preferito evitare che una situazione che aveva trovato soddisfacente soluzione avesse successivi strascichi disciplinari (vedi Liguria/Umbria). La vicepresidente Kowalczuk ritiene che si sarebbe dovuti intervenire prima con maggior concretezza e incisività, ma Domancich obietta che la stessa Kowalczuk era stata contraria, ad esempio, alla Sua partecipazione all’Assemblea e, infatti, il CDN in tal senso si era espresso, visto che solo tre Consiglieri si erano dichiarati favorevoli a questo intervento nel CDN telefonico del 8 marzo (Ottino, Klein, Domancich), la sua presenza avrebbe permesso anche eventuali ulteriori controlli. La Brandi esprime parere fortemente critico sulla ricandidatura dell’ex Presidente a Presidente e Delegato. Domancich propone che, onde evitare per il futuro situazioni analoghe, vi sia all’interno del CDN un Consigliere che si curi esclusivamente delle Sezioni Regionali in quanto evidentemente tale lavoro non può essere fatto dalla collegialità dell’Organo né esclusivamente dalla Segreteria impegnata su altri fronti né dalla Tesoreria alla quale, peraltro la Sede non segnala se le Sezioni hanno ottemperato all’invio dei bilanci. Si ratificano pertanto le cariche della Sezione Abruzzo: favorevoli: Ottino, Domancich, Ferrini, Klein e Quaglia, astenuti Brandi e Paoli, contrarie Kowalczuk e Flore. Nessuno chiede provvedimenti disciplinari nei confronti della Presidente di Sezione Abruzzo.
Vengono successivamente ratificate e/o confermate all’unanimità le seguenti cariche:

EMILIA ROMAGNA

Presidente MAURO FERRARI
Vicepresidente GIOVANNI RUGGERI
Segretario MANUELA CATINI
Tesoriere RITA ROSA PISANU

FRIULI VENEZIA GIULIA

Presidente DARIO DOMANCICH
Vicepresidente GIOVANNI DE GIOIA
Segretario BARBARA SKERL
Tesoriere ALESSANDRA ZANETTI

LAZIO

Presidente MARIA CRISTINA KOWALCZUK
Vicepresidente GIANFRANCESCO PIZZURRO
Segretario RAFFAELLA SORROPAGO
Tesoriere LAURA MANUNTA

LIGURIA

Presidente ANNAMARIA DOGLIOTTI
Vicepresidente MAURO DA CANAL
Segretario EMANUELA VIZIANO
Tesoriere MAURA TENERANI

LOMBARDIA

Presidente ANNA BRANDI MANDOLESI
Vicepresidente ROBERTO CASSELLA
Segretario EMILIO RIGAMONTI
Tesoriere ANDREA MANNONE

PUGLIA

Presidente SALVATORE ELIGIO
Segretario NICO PADOVANO
Tesoriere LARA TORRES

SARDEGNA

Presidente MARCELLA FLORE
Vicepresidente MANNU GAVINO
Segretario PATRIZIA PAGANI
Tesoriere ANNA PAOLA MANCONI

TOSCANA

Presidente RONNY CIAMPOLI
Vicepresidente LUCA PAGGETTI
Segretario LUCIA GIORGI
Tesoriere LUCA VAGLINI

TRENTINO ALTO ADIGE

Presidente MARIA TERESA DAL MONEGO
Vicepresidente JASMINA KALUDEROVIC
Segretario GIOVANNI SARTORI
Tesoriere ADRIANA CASTOLDI
Si procrastina la decisione per la Sezione Veneto essendo venuto meno un Consigliere eletto nella recente Assemblea in quanto mancante della prevista anzianità per mancato rinnovo e per la Sezione Piemonte in quanto il neoeletto CDR si sarebbe riunito proprio il giorno successivo. La Segreteria segnala, infine, che le Sezioni Valle d’Aosta e Puglia non avevano ancora provveduto alla convocazione dell’Assemblea, ma che erano già state contattate al fine di sollecitare tali convocazioni. Il CDN prende atto
2.r Si ratificano i seguenti CDN telefonici:
CDN telefonico 23 dicembre 2006 ratifica SOCI
CDN telefonico 6 gennaio 2007 cambio comitato Porati/Ferrari
CDN telefonico 16 gennaio 2007 Tariffa di noleggio gabbie magnificat (1000+iva)
Spostamento Expo Roma a Viterbo
(Privacy)
CDN telefonico 22 gennaio 2007 Denunce di nascita tardive
Autorizzazione Socia Marangoni a trattare i nuovi gruppi di colore Sphynx in sede FIFe
CDN telefonico 26 gennaio 2007 SOCI
CDN telefonico 20 febbraio 2007 SOCI
Autorizzazione Segreteria all’invio delle proposte FIFe
Candidatura Klein alla Commissione Giudici e Standard
Uso logo ANFI da parte del Socio Spadafora
CDN telefonico 8 marzo 2007 Riepilogo date e cambiamenti Expo
Partecipazione Segreteria Ass. Abruzzo (non approvato)
2.s Il CDN non autorizza la riapertura temporanea del Noviziato per Devon Rex e Snowshoe (richieste pervenute)
2.t In considerazione della lettera di protesta di alcuni Soci circa un’iscrizione “ultima ora” di un gatto CFA di cui, peraltro, si riscontra in altri cataloghi ulteriori anomalie circa i genitori, il CDN, onde normare definitivamente tale modalità di iscrizione, delibera quanto segue: 1) le iscrizioni di gatti provenienti da altre associazioni dovranno essere fatte entro e non oltre la data di chiusura delle iscrizioni stesse, 2) esse dovranno essere accompagnate o dalla scheda timbrata o/e firmata dal Club di appartenenza dell’espositore, o in mancanza di questo, accompagnate dal pedigree e/o trasfert ufficiali; 3) non potranno essere accettati gatti con la dicitura “LOI in corso” anche da altre Associazioni esattamente come avviene per i nostri Soci. Tutto Ciò a far tempo dalla data di pubblicazione su ANFI Magazine ove verrà inserito anche un richiamo apposito. Si dà incarico alla referente di provvedere alla comunicazione ai comitati.
2.u Vengono ratificati i seguenti Soci: Campania 3, F.V.G. 3+ 1 ad., Emilia Romagna 12, Liguria 13, Lazio 20, Lombardia 19, Marche 4, Piemonte 27, Puglia 1, Sicilia 1, Sardegna 18; Toscana 28; T.A.A. 1, Umbria 2; Valle d’Aosta 1, Veneto 14. Sono ratificati complessivamente 168 soci. Si stabilisce di restituire la quota al richiedente Falchi Luca il cui caso viene esposto dalla Ferrini. Klein e Ottino contrari.
3.a Si legge la relazione del LOI che viene allegata al presente verbale. In essa si segnala in particolare la necessità di cambiare le modalità di lavoro delle pratiche stante il fatto che una pratica non trova evasione se non dopo il pervenuto pagamento e la necessità oramai improcrastinabile di cambiare definitivamente il programma di emissione pedigree e altre pratiche. Il CDN ribadisce che a suo tempo già si era autorizzato all’espletamento delle pratiche in presenza di fotocopia dell’avvenuto versamento postale e ne sollecita l’applicazione. Si delibera di acquisire preventivi per la redazione di un nuovo programma pedigree.
3.b Si autorizza la cointestazione dell’Affisso Flushing Meadows di Elena Bongi a Massimo Scannerini
3.c Il CDN autorizza l’iscrizione della denuncia di nascita ritardata delle Socie Vada e Carfagna
alle ore 22.00 il CDN viene aggiornato al giorno 1 aprile.
Il CDN si riapre alle ore 9.30. Sono presenti tutti i Consiglieri e il Presidente dell’Assemblea dei Delegati.
3.d Si dibatte dell’ultima riunione della CTC dove ci si era bloccati sul punto del NFB e della registrazione di certificati anagrafici provenienti da altre Associazioni. La Segretaria del L.G. afferma la sua contrarietà al fatto che non ci sia possibilità di una data certa per la chiusura della registrazione dei certificati anagrafici provenienti soprattutto da altre associazioni operanti sul territorio nazionale così come precedentemente proposto, ma Domancich obietta che l’esclusione dell’emissione di un certificato può avvenire solo in ordine a motivi tecnici e pertanto tale posizione dovrà essere studiata con una soluzione che sia giustificata da una motivazione tecnica. Per quanto riguarda il NFB dopo ampio dibattito si delibera di togliere dal testo proposto il punto 5.6.4. La parte iniziale resta invariata nei punti 5.6.1 e 5.6.2 mentre il resto andrà riportato in linea con le norme FIFe e cioè specificando che essa potrà essere richiesta dall’allevatore o istruita dal L.G. solo in presenza di malattie genetiche e/o difetti fisici trasmissibili alla prole.
Durante la discussione il Segretario Nazionale rimette il Suo mandato in seno al Consiglio specificando che la discussione su tali punti si trascina da oltre tre mesi senza trovare soluzione. Inoltre da più di sette mesi gli vengono rivolte critiche sulla procedura che ha portato alla definizione del Disciplinare cosa, peraltro, già risolta nel CDN dell’8 settembre 2006 dove chiese una mozione di fiducia che gli venne riconfermata all’unanimità. Stante, però, il permanere di questa situazione non si sente in grado di continuare il Suo lavoro in seno al Consiglio e rassegna le dimissioni. Il Presidente, Brandi, Klein, Ferrini e Quaglia le respingono. Il segretario chiede un attimo di pausa ed esce dalla stanza del Consiglio. Al momento del rientro non scioglie la riserva.
3.e Vengono ratificati i seguenti Affissi: anno 2006 Vandelli Luca, Fabbiani&Riccò (Emilia Romagna), Rincari Eleonora, Gentili Ivana, Piazza Francesco (Lombardia) Marasso Claudia (Piemonte) e Devilla Alessia (Liguria). Anno 2007 Biolchini Paolo, Chiarini Claudia, Rossi Katia (Emilia); Lancerotto&Martignani, Degli Angeli Maddalena, Zanardi Paola (Lombardia); Pedoni Marco, Tenerani Maura (Liguria), Marinelli Silvia (Marche), Andreoli Federica, Fastelli Giovanna (Toscana), Cherney Tetyana, Babhout Sabrina, Mei Martina (Lazio) Fiore Stefania, Moretta Cosima Monia (Piemonte).
3.f Privacy
3.g Privacy.
3.hPrivacy
3.i Il CDN delibera che in base al Disciplinare che regola l’attività felinotecnica italiana non si possano accettare Soci che producono fuori dall’Italia e, pertanto, si delibera che a far tempo da oggi non si accettino più Soci stranieri se non come aderenti.
4.a Privacy
Alle ore 14.00 esce Klein. Alle ore 14.30 escono Kowalczuk e Flore.
5.a Poiché il referente è uscito non si aggiorna il calendario Expo. Sarà a Sua cura l’invito ai Comitati per l’annuale riunione prima del Gala
6.a Per la Commissione Internet si dà mandato alla referente di far inserire sul sito la delibera del CDN riguardante i gatti iscritti in expo con documenti di altre esposizioni.
Alle ore 15.00 il Presidente, non essendoci altri punti all’ordine del giorno, chiude il CDN.

  • lucilla
  • Venerdì, 26 Luglio 2013

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

L'ANFI E' UNO DEI 41 MEMBRI DELLA FIFe

fife

Legalmente riconosciuta con D.M. 6/8/1997
Autorizzata alla Gestione del Libro Genealogico del Gatto di Razza con DM 9.6.2005 prot. 22790 modificato con DM 13.10.2008 prot. 12953

IL LOI INFORMA

LA LETTERA INIZIALE PER I CUCCIOLI NATI NEL 2019 E' LA E

Don't have an account yet? Register Now!

Sign in to your account